Scontri a Bologna, SAP Trieste: «Totale solidarietà ai colleghi coinvolti e feriti»

Lo rileva in una nota il SAP - Sindacato Autonomo di Polizia. «Ancora una volta gli operatori di polizia hanno dovuto fronteggiare gruppi organizzati, sempre gli stessi, che con i loro “crimini” violenti non perdono l’occasione per tentare di negare la libertà dei cittadini»

«Ancora una volta gli operatori di polizia hanno dovuto fronteggiare gruppi organizzati, sempre gli stessi, che con i loro “crimini” violenti non perdono l’occasione per tentare di negare la libertà dei cittadini, in questo caso anche provenienti da Trieste, di poter manifestare ed esprimere le proprie opinioni in modo pacifico, democratico e consentito dalla legge».

Lo rileva in una nota il SAP - Sindacato Autonomo di Polizia.

«Un gran lavoro - continua il SAP -  quello degli operatori di polizia presenti oggi a Bologna, che hanno difeso un sacrosanto diritto sancito dalla Costituzione: la libertà di espressione. Comportamenti violenti come questi, vanno da tutti, indistintamente, censurati».

«Auspichiamo - conclude la nota -  che una volta accertate le responsabilità di tali soggetti, segua la certezza dell’applicazione della pena, prevista per questi atti criminosi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento