Il miele, le sue mille varietà e gli abbinamenti perfetti in cucina

Alimento energetico e facilmente digeribile composto da zuccheri semplici, il miele contiene enzimi, vitamine, oligominerali, sostanze antibiotico-simili e sostanze che possono favorire i processi di accrescimento. Scopriamo le sue mille varietà

Ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo, uno dei prodotti più importanti della nostra terra è proprio il miele. Scopriamo la sua origine, le sue mille varietà e i diversi abbinamenti possibili in cucina.

Origine

Dalle origini molto antiche, il miele era già amato 4000 anni fa nell'antico Egitto. Anche i Greci ne andavano ghiotti (lo chiamavano “il cibo degli dei”), mentre i Romani lo usavano addirittura per produrre l’idromele e come conservante alimentare. Questo alimento viene prodotto dalle api a partire dal nettare o dalla melata. La melata, con un gusto molto dolce simile allo zucchero, è prodotta da vari omotteri, fitomizi, i cui escrementi zuccherini sono la base alimentare per numerosi insetti. Il nettare è bottinato sui fiori di moltissime piante. Il miele in parte è usato come nutrimento dalle api e in parte è trasformato in cera d'api per costruire le celle esagonali.

La durata di un vasetto

Il miele è usato come conservante. Un vasetto sigillato, al riparo dalla luce diretta e dall’eccessiva umidità, può infatti durare centinaia d’anni.

Varietà di miele

Le varietà di miele esistenti sono diverse per colore, consistenza e sapore. Ognuna di esse va utilizzata per uno scopo specifico in cucina. Vediamole nel dettaglio.

Acacia

  • Origine: fiori di acacia, con fioritura tra maggio e giugno.

  • Colore: giallo paglierino, trasparente.

  • Caratteristiche: è il miele più diffuso in Italia. La sua consistenza è piuttosto liquida e il suo sapore delicato e floreale.

  • Abbinamento consigliato: è ideale per dolcificare (consigliato nelle tisane). 

Eucalipto

  • Origine: fiori di eucalipto, con fioritura nel mese di giugno.

  • Colore: ambrato.

  • Caratteristiche: profumo fortemente balsamico e cremosità inconfondibile.

  • Abbinamento consigliato: si sposa particolarmente bene con formaggi forti e stagionati. Viene utilizzato come classico rimedio della nonna per il mal di gola. 

Agrumi

  • Origine: fiori d’arancio, di limone o di bergamotto, con fioritura tra aprile e ottobre.

  • Colore: tra il giallo e il bianco torbido.

  • Caratteristiche: varia molto a seconda dell’agrume da cui proviene il fiore, ma si può riconoscere per le note acidule.

  • Abbinamento consigliato: può essere utilizzato per dare più sapore ai prodotti già dolci, come yogurt e latticini freschi. 

Castagna

  • Origine: fiori di castagno, con fioritura tra giugno e luglio.

  • Colore: ambrato scuro, con riflessi tra il rosso e il nero.

  • Caratteristiche: forte, intenso, con un retrogusto amarognolo. 

  • Abbinamento consigliato: viene di solito abbinato con i formaggi di capra.

Tiglio

  • Origine: fiori di tiglio, con fioritura verso luglio.

  • Colore: ambrato, più chiaro o più scuro a seconda della zona.

  • Caratteristiche: il profumo è quello dei tigli. Il sapore è fresco, ma intenso, la consistenza piacevolmente granulosa.

  • Abbinamento consigliato: perfetto nelle salse in agrodolce e con la selvaggina.

Melata

  • Origine: prodotto dalla melata di alberi boschivi come querce e abeti.

  • Colore: molto scuro e opaco.

  • Caratteristiche: è l’unico a non essere prodotto dal polline dei fiori, ma dalla melata degli alberi, un liquido zuccherino prodotto dalle foglie e dai rami di alcune piante. Ha un sapore molto forte e robusto, dal profumo intenso.

  • Abbinamento consigliato: si presta ad abbinamenti con formaggi stagionati.

Millefiori

  • Origine: mix di fiori.

  • Colore: molto variabile a seconda della provenienza.

  • Caratteristiche: di solito i più pregiati sono quelli di montagna, ma ogni fioritura porta un miele diverso.

  • Abbinamento consigliato: è abbinato ai formaggi e può essere spalmato direttamente sulle fette biscottate nel momento della colazione.  

Dove acquistare il miele a Trieste

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento