Shampoo solido o sapone per capelli? Differenze e guida all’utilizzo

Diciamo addio ai flaconi di plastica grazie ai detergenti solidi per capelli. Le aziende di cosmetici, solitamente, tendono a usare solo il termine "shampoo solido", ma bisogna fare distinzione tra shampoo solidi e saponi per capelli. Ecco le principali differenze

Possiamo finalmente dire addio ai flaconi di plastica grazie ai detergenti solidi per capelli. Le aziende di cosmetici, solitamente, tendono a usare solo il termine "shampoo solido", ma bisogna però fare una distinzione tra shampoo solidi e saponi per capelli. Ecco le principali differenze.

Shampoo solido

Gli shampoo solidi sono un'alternativa ecologica agli shampoo liquidi. La loro composizione è simile a quella di uno shampoo liquido a cui è stata tolta l'acqua. Sono composti da tensioattivi, oli, profumi e coloranti miscelati e pressati. Sono molto più convenienti: 1 pezzo equivale a 2-3 bottiglie di shampoo. Inoltre, il pH degli shampoo solidi è generalmente lo stesso di quello della pelle.

Saponi per capelli

La loro produzione avviene tramite saponificazione di grassi e oli con lisciva. I prodotti hanno un pH basico, motivo per cui si consiglia di effettuare il cosiddetto "risciacquo acido" dopo lo shampoo. Tale risciacquo può essere effettuato con una soluzione di acqua con aceto o con acido citrico che non va poi risciacquata. Il risciacquo acido offre numerosi vantaggi: chiude le squame dei capelli rendendoli molto lucidi e aiuta a evitare che il calcare si depositi sul capello. Prepararlo è semplicissimo, basta diluire un cucchiaio di aceto o la punta di un cucchiaino di acido citrico in un litro d’acqua. 

Quale utilizzare?

Ormai molte aziende hanno visto il vantaggio di realizzare prodotti in forma solida e offrono saponi o shampoo solidi per tutti i tipi di capelli e per tutti i gusti. Se, da un lato, i saponi per capelli hanno formulazioni più semplici, dall'altro gli shampoo solidi sono più facili da usare perché non richiedono lo step aggiuntivo del risciacquo acido e sono quindi perfetti per il passaggio dal prodotto liquido a quello solido.

Consigli per l’utilizzo

I prodotti solidi sono pratici, compatti, leggeri, economici e occupano pochissimo spazio. Basta strofinarli tra le mani per creare una schiuma che può essere poi applicata massaggiando direttamente il cuoio capelluto con le dita insaponate. È indispensabile conservarli bene e proteggerli dai ristagni di acqua, lasciandoli asciugare dopo l’uso su un semplice portasapone. 

Pratici per i viaggi

Sono praticissimi da portare in viaggio e, essendo solidi, possono essere portati nel bagaglio a mano. Basta riporli, rigorosamente asciutti, in un apposito portasapone o in una qualsiasi alternativa (un vasetto di vetro, un barattolo).

Dove acquistarli a Trieste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento