Micosi alle unghie, 5 rimedi naturali per eliminarla

La micosi alle unghie è un'infezione che colpisce le zone più umide del nostro corpo, comportando la comparsa di macchie verdastre e facendo inspessire e deteriorare le unghie. Ecco 5 rimedi naturali per combattere questo fastidioso inestetismo

L’onicomicosi, o micosi delle unghie, è un’infezione causata da un fungo che colpisce una o più unghie, in genere non è un disturbo pericoloso, ma si tratta sicuramente di un problema antiestetico che può diventare difficile da curare, soprattutto quando trascurato. In genere, si presenta come cambiamento del colore e della forma dell’unghia, che tende a diventare più spessa. Quando il fungo si diffonde più in profondità sotto l’unghia, può causare la comparsa di macchie, ispessimento e aumento della friabilità delle unghie, che tendono a sbriciolarsi ai lati. Si tratta di sintomi brutti a vedersi e potenzialmente dolorosi.

Perché compare

La micosi alle unghie colpisce le zone più umide del nostro corpo, comportando la comparsa di macchie verdastre e facendo inspessire e deteriorare le unghie. Diffusa particolarmente tra le persone che fanno sport e frequentano ambienti umidi come spogliatoi o piscine, l'onicomicosi colpisce soprattutto i piedi, una zona del corpo che trattiene molta umidità, specialmente dopo aver svolto attività fisica.

Cause

I funghi sono microrganismi normalmente presenti sul corpo umano che generalmente vivono in una situazione di equilibrio e di reciproca non aggressione, si tratta di forme di vita che proliferano in ambienti caldo - umidi, ma che normalmente non sono in grado di aggredire l’organismo perché tenute a bada dal sistema immunitario. In presenza di specifiche condizioni possono, tuttavia, prendere il sopravvento e causare infezioni, per esempio penetrando in minuscoli tagli presenti sulla pelle e/o sfruttando un temporaneo calo delle difese immunitarie dell’ospite, in queste situazioni riescono a moltiplicarsi in modo incontrollato provocando così la comparsa dei classici sintomi. L’onicomicosi è spesso causata da un fungo che appartiene al gruppo dei dermatofiti, ma anche lieviti e muffe possono essere responsabili delle onicomicosi. Le micosi alle unghie si verificano con maggior frequenza nelle unghie dei piedi rispetto a quelle delle mani, perché più spesso sono confinate in un ambiente scuro, caldo e umido all’interno delle scarpe, condizioni ideali per favorire la proliferazione di infezioni micotiche. Un altro fattore predisponente è il fatto che la circolazione sanguigna diretta verso le unghie dei piedi è minore di quella diretta verso le unghie delle mani, quindi il riconoscimento e l’eliminazione dell’infezione da parte del sistema immunitario risultano sensibilmente rallentati e meno efficaci. L’infezione potrebbe essere in teoria trasmessa ad altre persone, serve quindi qualche cautela igienica, e può esserci rischio di auto - inoculazione soprattutto sulle unghie vicine. Così le unghie iniziano a rovinarsi fino ad arrivare, nei casi più gravi, a cadere o a dover essere asportate chirurgicamente, è consigliabile quindi, intervenire repentinamente per risolvere il problema, combattendo il fungo nelle fasi iniziali del suo sviluppo.

I rimedi naturali per avere unghie forti e sane

Rimedi

Per intervenire sugli stadi iniziali dell’onicomicosi è possibile adottare semplici rimedi naturali, vediamo quindi quali sono e come funzionano.

  • Olio essenziale di lavanda: quest'olio si può applicare direttamente sull'unghia colpita, basteranno poche gocce pure da applicare una o due volte al giorno. Alternativa all'applicazione diretta è il pediluvio, diluendo 4/5 gocce di olio essenziale di lavanda con un cucchiaio di bicarbonato in acqua tiepida.

  • Tea tree oil: ricavato dalla Melaleuca Alternifolia, quest’olio ha diversi funzioni, tra cui quella antifungifera e antibatterica, è quindi una soluzione ideale per combattere la micosi alle unghie, anche preventivamente. Basterà aggiungere qualche goccia di olio al bagnoschiuma con cui laviamo mani e piedi, passando meticolosamente su ogni punto delle estremità interessate. In alternativa, come per l'olio di lavanda, si possono applicare 2/3 gocce di prodotto direttamente sull'unghia più volte al giorno.

  • Bicarbonato: rimedio semplicissimo ma davvero efficace contro la micosi, specialmente in fase preventiva. Oltre al classico pediluvio curativo (per il quale dovrai sciogliere un cucchiaio di bicarbonato in acqua calda) , si potrà realizzare un'amalgama di bicarbonato e acqua da applicare sulla zona interessata come fosse un impacco, ripetendo il tutto 3 o 4 volte al giorno.

  • Aceto: classico rimedio della nonna, per contrastare la micosi sarà sufficiente tenere i piedi a mollo per 15 minuti in una bacinella riempita per un terzo di aceto (di vino o di mele) e per il restante di acqua.

  • Sale e limone: noti per le loro proprietà disinfettanti, sale e limone sono utilissimi per combattere le onicomicosi. Utilizzabili anche separatamente, il sale può essere sciolto in acqua calda e usato per lavare i piedi colpiti dal fungo, mentre il limone si può applicare direttamente sulla micosi lasciandolo agire per qualche minuto, il tutto da ripetere più volte al giorno.

Se il problema persiste è possibile trovare dei prodotti specifici ed indicati alla cura della micosi alle unghie in tutte le farmacie e parafarmacie. Ecco alcuni contatti utili a Trieste:

Potrebbe interessarti

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Il mango, frutto antiossidante che aiuta a perdere peso

  • Perché e ogni quanto tempo cambiare la biancheria da letto, accorgimenti per la nostra salute

  • Come congelare correttamente gli alimenti senza rischi per la salute, ecco la nostra guida

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento