Equilibrio tra corpo e psiche, l'importanza della meditazione

Grazie alla meditazione possiamo riuscire a concentrare l’attenzione su noi stessi, seguendo percezioni, sensazioni, pensieri ed emozioni al fine di raggiungere un livello di maggior consapevolezza e di calma interiore. Scopriamo i suoi benefici

La meditazione è una pratica particolare che viene utilizzata per raggiungere una maggiore padronanza delle attività mentali, in modo che queste si concentrino su un solo pensiero o un preciso elemento della realtà. Simile alla meditazione è, infatti, la contemplazione, con la quale si intende la capacità di lasciar riposare la mente nel suo stato naturale. Possiamo considerarla una pratica volta all'auto-realizzazione che può avere diversi scopi, come quello religioso, spirituale, filosofico, o che viene praticata in vista di un miglioramento delle condizioni psicofisiche. In parole povere, l'obiettivo della meditazione è quello di riuscire a concentrare l’attenzione su noi stessi, seguendo percezioni, sensazioni, pensieri ed emozioni, o sull’ambiente esterno al fine di raggiungere un livello di maggior consapevolezza e di calma interiore. Si tratta di una pratica semplice e adatta a tutti.

Benefici

Attraverso la meditazione è possibile ridurre stress, ansia, paura e rabbia. Numerose sono le ricerche scientifiche che supportano l’efficacia della meditazione nella gestione delle differenti forme di dolore, molti neuroscienziati, infatti, si sono espressi in favore della meditazione e su quanto essa possa aiutare a ripristinare uno stato di benessere e di equilibrio.

Come iniziare?

Per meditare è sufficiente avere a diposizione un luogo tranquillo e del tempo da dedicare a sè stessi. Una volta scelto il posto, solitamente ci si siede a gambe incrociate o nella posizione del loto, il tutto a stomaco vuoto, prediligendo l'alba e il tramonto come momenti della giornata, con la schiena ben dritta, collo e testa eretti e gli occhi chiusi. Si può iniziare a meditare cominciando da qualche minuto fino ad arrivare ad ore. Per favorire la posizione della schiena, ci si può sedere su un cuscino o una coperta ripiegata cercando di ridurre al minimo le interruzioni. 

Le tecniche

Si respira profondamente e si ripete il mantra universale o individuale, si medita in modo personale, da soli o in gruppo, scegliendo una tra le tante tecniche di meditazione, come la meditazione islamica, la meditazione cristiana, islamica, la meditazione buddhista, secondo i Veda e le Upanisad, quindi indiana, il Tao e altre ancora. Solitamente la tecnica meditativa prevede tre fasi:

  • la respirazione profonda, una prima fase che serve per calmare la mente;

  • il canto del mantra, per suscitare sentimenti positivi e riequilibrare le onde psichiche;

  • la fase meditativa vera e propria, una fase silenziosa e di concentrazione che consiste nel ritirare la mente dai pensieri su oggetti esterni e di lasciare che tutto scorra, facendo propria una attitudine alla autocoscienza ed alla auto-osservazione.

La meditazione come cura per molti disturbi

Meditare è un allenamento per la mente, per lo spirito, un allenamento che fa bene al cuore e di conseguenza anche al fisico. Una persona che medita riuscirà ad avere una migliore gestione delle emozioni e soffrirà meno lo stress. Maggiore diventa anche la capacità di concentramento, aumenta la forza, la vitalità, la resistenza al dolore, alla fatica e alle malattie. Chi medita cura il respiro, apportando un sonno migliore. Mentre si medita il corpo produce sostanze e ormoni che fanno bene all'umore,  le difese immunitarie si rinforzano e ci si sente in uno stato di benessere. Insomma, meditare è una medicina naturale, per il fisico e per la psiche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

Torna su
TriestePrima è in caricamento