Sport e benessere, i posti migliori dove fare jogging a Trieste

La stagione estiva è alle porte. Avete già pensato a rimettervi in forma? Se piuttosto che allenarvi in spazi chiusi, amate fare lunghe passeggiate all’aria aperta, ecco degli interessanti consigli per fare jogging. Cosa aspettate? Niente più scuse

ll jogging è una forma di corsa a passo lento e piacevole. Lo scopo principale dell'attività è aumentare il benessere fisico di chi la intraprende senza però subire lo stress derivato dalla corsa vera e propria, che è più veloce. Esso può essere praticato a ritmi vari. È una corsa tipicamente svolta in parchi pubblici, ma è effettuabile su moltissimi tipi di terreno. Inoltre, il jogging è divenuto molto comune in quanto è un esercizio aerobico, salutare per cuore e polmoni.

Consigli

Abituare al jogging l'organismo di chi non ha mai corso, l'ha fatto saltuariamente o in passato, non è facile come si tende a pensare. Gli esperti consigliano, per chi è agli inizi, di effettuare brevi uscite a giorni alterni, in cui si passa dalla camminata a brevi tratti di corsa, anche di soli 30 - 40 minuti alla volta. È bene iniziare con pochi giorni di allenamento che possono durare in totale anche solo 20 minuti. L'ideale è, per chi è un po’ più in avanti con l'esercizio, praticare una media di 3 sedute settimanali della durata di un'ora. Un individuo sano in genere raggiunge questo obiettivo nel giro di 6 mesi o un anno.

Luoghi ideali

È sempre bene scegliere di fare jogging in pianura, ma per variare lo sforzo fisico sono consigliati dai professionisti almeno 100 m di salita non ripida, grazie alla quale l'organismo cominci ad abituarsi a una fatica maggiore che, di conseguenza, dal medio termine porta benefici non trascurabili. Chi segue, infatti, un calendario fisso di jogging (ad esempio, 4 - 5 sedute a settimana di 41 minuti, che è la media per chi comincia a correre) generalmente nota benefici in un periodo non molto lungo quali il dimagrimento e il rafforzamento fisico, cui a lungo termine si aggiungono il rafforzamento delle ossa, la regolarizzazione del respiro (che diventa più resistente a sottoporsi a periodi di stress) e del battito cardiaco.

Consigli e vantaggi

I medici consigliano il jogging sia ai ragazzi più giovani (perché aiuta a consolidare le ossa in fase di ossificazione), sia a persone di mezza età (perché aiuta a prevenire problemi quali l'osteoporosi) e sia agli ultracinquantenni (perché è un coadiuvante nella cura di tali eventuali problemi). Inoltre, ulteriormente importante risulta essere il senso di benessere che consegue alla corsa, da mettere probabilmente in relazione alla produzione di endorfine e al rialzo della serotonina, a differenza di altri sport dove il più accentuato agonismo porta più che altro alla produzione di adrenalina.

Dove fare jogging a Trieste

Ecco una piccola guida dei luoghi per correre e praticare jogging nella nostra città, nella speranza che torni utile a qualcuno di voi.

La Vecchia Ferrovia

Partite da Draga Sant’Elia e dopo aver superato le vecchie case, seguite il percorso, meravigliosamente panoramico, che prosegue a mezza via lungo la Val Rosandra. Trattandosi di un vecchio tracciato ferroviario di recente adibito a pista ciclabile, il terreno è abbastanza regolare, in pietrisco frammentato. Lungo il percorso vi sono due gallerie, tra le quali si incontra, all’incrocio con l’asfaltata che scende a Bottazzo, il vecchio casello. Il percorso è particolarmente piacevole in settimana, quando è poco frequentato ed è gradevole anche nella stagione fredda. Lo si sconsiglia invece durante il fine settimana quando è pieno di famiglie in “libera uscita”, oppure verso il tramonto perché abbastanza isolato e privo di qualsivoglia tipo di illuminazione artificiale.

Il lungomare di Barcola

7 km di asfalto tra la strada ed il mare. Assolutamente pianeggiante. Punti a suo favore sono la presenza di panchine, fontanelle, fermate dell’autobus e facilità di parcheggio. Va benissimo anche per chi ha tempo soltanto alla sera perché tutto il lungomare è perfettamente illuminato.

Il circuito di Basovizza

Il tracciato parte poco dietro la chiesa di Basovizza e si snoda nel bosco. Per chi è alla ricerca di aria pulita è l’ideale. Inoltre, il terreno, soffice, rispetta i tendini. Fresco anche nella stagione estiva, è consigliato a principianti e non, dato che il percorso, della lunghezza di poco più di 5 km, può essere modificato a seconda delle proprie esigenze.

La Napoleonica

Il panorama è bellissimo, potendo godere della bellezza del mare e il Carso. La lunghezza del tracciato è di circa 6 km. Andando da Prosecco a Opicina si procede in leggera salita. Per chi è più allenato è possibile seguire un tracciato più lungo e faticoso (perché in parte in decisa salita). Alla fine della Napoleonica, dalla parte di Prosecco, si prende la strada che porta al piazzale di Monte Grisa, si prosegue quindi per la “Via Crucis” per concludere sbucando a Campo Romano da cui si ritorna all’Obelisco lungo la Napoleonica originaria. Molto frequentato al tramonto, si sconsiglia nei fine settimana a causa dell’eccessivo affollamento e nelle giornate particolarmente afose (il sentiero rimane esposto al sole per tutta la giornata).

I pantaloni da corsa primaverili più trendy online

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • L’ananas, frutto tropicale dai mille benefici per la nostra salute

  • Cellulite, cause e consigli per combatterla

I più letti della settimana

  • Trovato senza vita in mare: addio al fotografo Guido Cecere

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Allerta meteo: in arrivo forti temporali su tutto il FVG

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento