Allergia al nichel, cause, sintomi e rimedi

Ultimamente sempre più persone scoprono di essere allergiche al nichel, un elemento chimico che, anche se in piccole quantità, è presente quasi ovunque, oggetti, alimenti, terreno. Scopriamo quali sono i sintomi, gli alimenti da evitare e i possibili rimedi

Tra le tantissime allergie presenti in natura, l'allergia al nichel si manifesta come dermatite da contatto, e si può estendere in ogni parte del corpo. I punti maggiormente colpiti sono le orecchie, i polsi, le mani, il collo e il petto, in quanto sono i punti maggiormente esposti al contatto con questo metallo, presente in gioielli come bracciali, collane, orecchini, orologi, ma anche in oggetti come occhialimonete e chiavi. Molto spesso sono colpite anche zone come il ventre, in quanto questa allergia può essere causata da bottoni, cerniere di metallo, fibbie delle cinture. In altri casi ancora, possono manifestarsi nella bocca a causa della presenza di apparecchi ortodontici o di protesi.

Cause

Ultimamente sempre più persone scoprono di essere allergiche al nichel, un elemento chimico che, anche se in piccole quantità, è presente quasi ovunque. Metallo color argenteo, la sua presenza non si limita solo agli oggetti poc'anzi citati, ma anche a prodotti cosmetici, alimenti, e all'inchiostro utilizzato per i tatuaggi, proprio per questo, l’allergia al nichel è una delle più difficili da controllare. Oltre ad essere la causa più comune di dermatite allergica da contatto, può causare anche eczemi, orticaria, asma o disturbi digestivi, a seconda di come entriamo in contatto con esso.

Nichel negli alimenti, ecco quali evitare

I cibi che contengono nichel sono più di quanti si possano immaginare, con concentrazioni diverse a seconda della loro composizione biologica e dell'esposizione cui sono stati sottoposti, tramite l’uso di fertilizzanti e altri prodotti utilizzati in agricoltura. Ecco un elenco di alimenti con una concentrazione tale di nichel da poter scatenare un attacco allergico: 

  • frutta, tra cui fichi, albicocche, avocado e pere;

  • verdure come carote, cavoli, spinaci, pomodori, cipolle, asparagi, piselli, funghi e broccoli;

  • tutti i legumi

  • frutta secca come arachidi, mandorle, noci e nocciole;

  • vino, noce moscata, cannella, liquirizia, , cacao e derivati;

  • lievito artificiale e margarine vegetali;

  • avena, grano saraceno e cereali integrali;

  • tutti gli alimenti conservati in contenitori di metallo e latta;

  • molluschi e frutti di mare, aragoste e aringhe.

Terapia per combattere i sintomi e prevenirne la ricomparsa

Campanello d'allarme indicativo è quando alla comparsa della dermatite da contatto si manifestano altri sintomi aggiuntivi come orticaria, eczema diffuso, angioedema, eritema invadente e disturbi a stomaco e intestino. In tal caso, l'allergia al nichel si accerta con esami specifici detti "patch test". In caso di positività all'esame, il passo successivo è necessariamente seguire una dieta priva di tutti gli alimenti elencati precedentemente, della durata di 4/6 settimane alla fine delle quali, se il paziente risponde positivamente, si procederà con un test di provocazione specifica con il nichel. A questo punto, se l'organismo del paziente reagisce alla provocazione indotta, si potrà attestare con certezza l'allergia a questo metallo. L'allergia al nichel, essendo una reazione del sistema immunitario, non è curabile. L'arma migliore è la prevenzione, ovvero evitare il contatto con gli oggetti e il consumo di alimenti contenenti questo metallo. In caso di reazione particolarmente violenta, è comunque possibile assumere medicinali in grado di alleviare i sintomi ed accelerarne la risoluzione, come creme per uso topico a base di corticosteroidi o compresse contenenti antistaminici.

A chi rivolgersi a Trieste

È possibile acquistare i farmaci sopra citati in qualsiasi farmacia. Invece, presso l’Ambulatorio di Allergologia (Ambulatori SC Clinica Dermatologica) dell’ASUITs, in Via Giuseppe Lorenzo Gatteri - 25/1,  è possibile effettuare i dovuti test allergologici (patch e prick test), basta semplicemente prenotarsi tramite CUP. Per maggiori informazioni visita la pagina web dedicata.

Potrebbe interessarti

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Il mango, frutto antiossidante che aiuta a perdere peso

  • Perché e ogni quanto tempo cambiare la biancheria da letto, accorgimenti per la nostra salute

  • Come congelare correttamente gli alimenti senza rischi per la salute, ecco la nostra guida

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento