Vaccinazione antinfluenzale, al via la campagna 2019-2020 in Fvg

Parte a fine ottobre la campagna vaccinazioni 2019-2020 voluta dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Questa campagna costerà alla Regione circa un milione e mezzo di euro per l'acquisto di 250mila dosi di vaccino antinfluenzale

Ogni anno con l'arrivo dell'autunno ritornano anche le raccomandazioni di rito degli esperti, vaccinarsi in tempo per evitare di essere contagiati dall'influenza. Vaccinarsi è il modo migliore di prevenire e combattere l'influenza, sia perché aumentano notevolmente le probabilità di non contrarre la malattia, diventando immuni, sia perché, in caso di sviluppo di sintomi influenzali, questi sono molto meno seri e, generalmente, non seguiti da ulteriori complicazioni. Parte ad ottobre la campagna vaccinazioni 2019-2020 voluta dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Questa campagna, che nello specifico prenderà il via giovedì 24 ottobre, costerà alla Regione circa un milione e mezzo di euro per l'acquisto di 250mila dosi di vaccino antinfluenzale.

Perché è importante vaccinarsi

Come ricorda la Regione, l'influenza è ancora oggi la terza causa di morte in Italia ed è la principale causa di assenza dal lavoro e da scuola. Inoltre, l'influenza è molto contagiosa, e si può trasmettere già prima della comparsa dei sintomi e fino a 3-7 giorni dopo l'inizio della malattia attraverso le vie aeree, gocce di saliva, tosse o starnuti, ma anche attraverso il contatto con mani contaminate. L'influenza, poi, colpisce a ogni età, e può portare a complicanze quali bronchiti, polmoniti, sinusiti e otiti. Fin dalla loro prima introduzione, le vaccinazioni sono considerate dalla comunità scientifica internazionale uno strumento efficace e sicuro per la prevenzione di numerose malattie infettive.

Sintomi e precauzioni

I sintomi dell’influenza 2019-2020 sono i classici sintomi di un'influenza, si può riconoscerla dalla febbre spesso molto alta, da sintomi a carattere respiratorio, come tosse, raffreddore e mal di gola, da dolori articolari e muscolari, da mal di testa e brividi. Per quanto riguarda le precauzioni, innanzitutto ricordiamo l'importanza di lavarsi spesso le mani, portare avanti una corretta alimentazione ed evitare gli sbalzi di temperatura. Importante anche l’uso di probiotici, ed infine, si consiglia il riposo.

Sanità pubblica, perché la vaccinazione è importante

A chi è rivolto

Tutte le persone possono fare la vaccinazione, e questa è offerta gratuitamente alle persone considerate più a rischio (come gli anziani over 65, malati cronici, donne incinte, operatori sanitari e tutte quelle persone che svolgono professioni che prevedono un contatto più diretto con le persone). Per vaccinarsi ci si può rivolgere al proprio medico di base oppure ai servizi vaccinali delle aziende sanitarie. Ci si può vaccinare da fine ottobre a tutto il mese di dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento