Cefalea intensa, le cause e i rimedi per prevenirla e curarla

A chi non è capitato di soffrire di mal di testa? La cefalea è uno dei disturbi più diffusi tra la popolazione. Tale dolore generico, spesso invalidante, colpisce la regione della testa irradiandosi fino al collo. Scopriamo quali sono le cause, i sintomi e come rimediare

Indipendentemente da sesso ed età, sicuramente è capitato a tutti di soffrire di mal di testa. Questo fastidioso disturbo, identificato tecnicamente con il termine cefalea, è un dolore localizzato all'interno del capo o alla parte superiore del collo e può scatenarsi all'improvviso. Il mal di testa è indubbiamente uno dei disturbi più diffusi tra la popolazione. Tale dolore generico, spesso invalidante, colpisce la regione della testa irradiandosi fino al collo. Esistono centinaia di forme di mal di testa, distinte in base alla localizzazione del dolore, alla sua intensità, alla ciclicità del disturbo e al modo in cui si manifesta. Di conseguenza, data la sua eterogeneità, è spesso difficile risalire immediatamente alla causa scatenante. In questo articolo vi proponiamo alcuni suggerimenti da attuare per prevenire la cefalea e per combatterne i sintomi, oltre a quattro semplici esercizi da attuare durante gli attacchi, prima, però, scopriamo qualcosa in più sull'emicrania.

L'emicrania

L’emicrania è una forma di mal di testa cronico in grado di causare un dolore molto acuto che può arrivare a persistere per ore o addirittura per giorni; i sintomi possono anche spingere il paziente che ne viene colpito a cercare un luogo buio e tranquillo per riposare. L'emicrania è una patologia sottovalutata che molto spesso rimane non diagnosticata e non trattata, colpisce l'11,6% della popolazione italiana, ma è tre volte più frequente tra le donne, secondo la ricerca 'Vivere con l'emicrania', realizzata dal Censis con la collaborazione di Eli Lilly, Novartis e Teva. Alcuni episodi di emicrania sono preceduti o accompagnati da segni o sintomi sensoriali premonitori (definiti aura), come flash di luce, visione di punti neri o formicolio alle gambe o alle braccia. Inoltre, insieme ad essa, spesso si presentano nausea, vomito ed estrema sensibilità alla luce e ai rumori. Per affrontare e contrastare il mal di testa i farmaci appropriati, combinati con rimedi casalinghi e modifiche dello stile di vita, possono davvero fare la differenza.

Le cause

Il dolore avvertito alla testa durante un attacco di cefalea può essere causato da diversi fattori. I principali fra questi sono:

  • infiammazione, contrattura o compressione dei muscoli extracranici e cervicali;

  • infiammazione delle meningi;

  • distensione, trazione o dilatazione di arterie e vene intra o extra cranici;

  • compressione, trazione o infiammazione dei nervi cranici.

Inoltre, stress, ambiente e l'alimentazione rivestono un ruolo fondamentale.

Come prevenire la cefalea

Vi sono diversi modi per prevenire la comparsa del mal di testa, che implicano una modifica del proprio stile di vita e danno ottimi risultati a lungo termine nel ridurre il numero e la gravità degli attacchi di cefalea. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Seguire una dieta sana e bilanciata, cercando di evitare gli alimenti più "rischiosi" per il mal di testa, come cioccolato, alcolici, latticini e cibi grassi. Inoltre, è bene non saltare i pasti, in quanto il digiuno, per esempio, è un fattore determinante nel mal di testa.

  • Fai esercizio fisico regolare. Soprattutto gli esercizi aerobici, se praticati con regolarità, riducono la tensione e possono contribuire alla prevenzione dell’emicrania. Attenzione però, bisogna riscaldarsi lentamente e accuratamente, l’esercizio fisico intenso e improvviso, infatti, può provocare attacchi di mal di testa.

  • Prova l’agopuntura, gli esercizi di rilassamento, la meditazione e lo yoga, utilissimi per prevenire il mal di testa da stress.

  • Fai degli impacchi freddi. Tra i rimedi naturali più indicati per contrastare i sintomi del mal di testa da stress, sarà sufficiente immergere una garza sterile in acqua fredda ed applicarla sulla testa; inoltre puoi arricchire l’acqua con qualche goccia di olio essenziale rilassante, come quello di camomilla, di basilico, di lavanda o di menta piperita.

  • Assicura all'organismo un riposo regolare, evita di dormire troppo o troppo poco e cerca di andare a letto e di svegliarti a orari regolari.

  • Assumi alimenti, o se necessario degli integratori, ricchi di vitamina C e magnesio.

  • Non abusare di farmaci antinfiammatori ed antidolorifici, i soggetti che assumono questi farmaci frequentemente rischiano che il mal di testa si ripresenti più spesso per il cosiddetto effetto rimbalzo.

Cosa fare durante un attacco? 

Ci sono comportanti e alimenti che puoi assumere durante gli attacchi di cefalea per ridurne gli effetti. Eccone alcuni:

  • Secondo alcune fonti, il mal di testa svanisce più rapidamente quando si dorme a pancia in su, in posizione supina. Infatti, dormire in una posizione scomoda o a pancia in giù può favorire la contrazione dei muscoli della nuca ed incidere negativamente sul mal di testa.

  • Respira profondamente, la respirazione profonda incoraggia il rilassamento e scaccia la tensione. Inspira partendo dall'addome, per poi far "risalire" il respiro al torace. Poi, espira lentamente.

  • Spegni le luci; le luci molto forti, le lampade fluorescenti e tutte le fonti luminose possono scatenare o peggiorare il mal di testa. Inoltre, quando esci di casa, soprattutto in estate, ricordati di indossare sempre degli occhiali da sole.

  • Un vecchio rimedio, ma molto efficace, prevede di praticare una fasciatura stretta alla testa, avvolgi la testa con una benda piuttosto stretta per ridurre l'afflusso di sangue al cuoio capelluto e diminuire le pulsazioni tipiche della cefalea.

Dolori cervicali, rimedi e esercizi fisici per prevenire l'infiammazione

La digitopressione

Le digitopressioni agiscono sui punti dei meridiani energetici, dando grande sollievo in caso di dolore. Ecco alcuni massaggi che possono essere utili per affrontare le cefalee più comuni:

  • Stringi la pelle della fronte tra pollice e indice, poi rilasciala lentamente. Ripeti più volte.

  • Esercita una delicata pressione con i pollici sulla zona immediatamente inferiore alle sporgenze ossee della nuca.

  • Porta i pollici a sinistra e a destra del naso, all’altezza degli occhi, e sistemali nella parte interna del sopracciglio. Fai una pressione, leggera ma decisa, per dieci minuti, cerca di mantenere sempre la stessa intensità, poi rilascia lentamente.

  • Afferra tra pollice e indice il lobo dell’orecchio e massaggialo con piccoli cerchi concentrici per dieci minuti.

Potrebbe interessarti

  • I 7 falsi amici della dieta, quali alimenti evitare per perdere peso

  • Lividi, cause e rimedi naturali

  • Doppie punte, i segreti per eliminarle senza tagliare i capelli

  • Occhiali da sole, le caratteristiche per proteggere i nostri occhi e i modelli più in voga

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento