Puntura d'ape, i rimedi eco-friendly per prevenire e allontanarle

Durante la stagione estiva gli insetti possono diventare fastidiosi, se poi veniamo punti da un'ape il fastidio può trasformarsi in dolore fisico. Scopriamo come allontanarle tramite rimedi naturali, senza ucciderle e rispettando l'ambiente

Nel periodo estivo gli insetti possono diventare davvero fastidiosi, tra ronzii e paura di punture, infatti, rischiamo di passare il tempo all’aria aperta prestando continuamente attezione ad un possibile loro attacco. Tra le fastidiose punture di insetti, soprattutto durante la bella stagione, non possiamo non citare quelle delle api, preziosissime per la difesa del nostro ecosistema, ma purtroppo sempre più a rischio a causa del crescente utilizzo di insetticidi e pesticidi. Invece che eliminarle tramite questi repellenti tossici, possiamo sfruttare repellenti naturali per allontanarle dal giardino o dal balcone. Non ucciderle ma tenerle alla larga con metodi naturali  è una scelta responsabile ed eco-friendly per evitare drammatiche conseguenze ecologiche. Scopriamo allora quali sono i rimedi naturali più efficaci per allontanare api, vespe e calabroni senza creare danni ambientali e i consigli per evitare di essere punti e trascorrere una giornata all'aperto in piena serenità.

I rimedi naturali 

Il caffè è uno di rimedi più efficaci per tenere lontane le api, come anche vespe, calabroni, cimici e altri insetti. Il suo aroma così forte è intenso è tanto gradito a noi umani quanto insopportabile ad api e vespe. Basterà sistemare un po’ di polvere di caffè macinato in un piccolo contenitore ignifugo, come un posacenere, un porta candele o un recipiente di alluminio, dargli fuoco e lasciare che sprigioni il suo fumo particolarmente denso e odoroso. È un metodo semplice e sicuro, che potrete utilizzare su un davanzale o in giardino, così da potervi godere l’aria aperta in tranquillità. Tra i rimedi naturali “casalinghi” troviamo anche l’aglio, che  una volta aggiunto in polvere all’acqua dello spruzzino con cui innaffiate le piante, allontanerà api, vespe e altri insetti. Un altro rimedio efficace consiste nel conservare le bucce dei cetrioli e posizionarle in giardino o sui davanzali. Ottimi rimedi naturali, sicuramente più profumati dei precedenti, sono costituiti da piante e oli essenziali, l’essenza di alloro, l’olio di eucalipto e quello di lavanda hanno un alto potere repellente, come anche le piante di citronella, geranio, canfora e basilico. Potete coltivarle in giardino, in terrazza o sui davanzali delle finestre, oppure aggiungere nei diffusori per ambienti qualche goccia di olio essenziale in ogni stanza della vostra casa. Inoltre, potete utilizzare qualche goccia di questi oli essenziali anche sugli abiti, sulla pelle o sul pelo dei vostri animali domestici, così da tenere lontano gli insetti. Puoi ottenere un buon cocktail per allontanare le api e prevenire il rischio di punture, mescolando in un diffusore spray piccole quantità di olio essenziale di citronella, lavanda, menta, tea tree e jojoba, da spruzzare poi sulle parti esposte del corpo. Infine, altri rimedi utili per tenere lontane api, vespe e calabroni, sono le pastiglie di canfora o di naftalina, da sistemare all’interno di sacchetti posizionati nei punti strategici, come porte o finestre.

Scarafaggi, i rimedi naturali per allontanarli da casa

L’importanza della prevenzione

La prevenzione è l’arma più efficace per evitare che le api entrino nella vostra abitazione o costruiscano un nido. Apponete delle comuni zanzariere alle finestre, sigillate con mastice o stucco le eventuali crepe o fessure poste lungo le mura perimetrali, controllate periodicamente le zone in cui potrebbero nidificare (come sottotetti, cassonetti delle tapparelle e fessure) e accertatevi che non ci siano favi in costruzione. Riempite anche le cavità delle pareti mediante l’utilizzo della schiuma espansa e cercate di gestire al meglio rifiuti e alimenti, evitando di lasciare in giro sostanze zuccherine, carne o sostanze proteiche.

Liberarsi da un nido di vespe, ecco come fare a Trieste

Cosa fare se si viene punti

Ecco delle regole da seguire: 

  • Espellere il pungiglione se si tratta di puntura di ape;

  • lavare la puntura con acqua fredda e sapone;

  • mettere il ghiaccio, ma non direttamente sulla pelle.

Se la reazione e generalizzata e non circoscritta alla sola area della puntura e se si manifestano nausea, brividi o altri sintomi simili è bene rivolgersi ad un medico o recarsi al Pronto Soccorso

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Sparatoria in Questura, offese sui social contro la Polizia: tre denunciati

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • "Come un cavallo imbizzarrito", le parole della testimone che ha incrociato il killer in via Carducci

Torna su
TriestePrima è in caricamento