Orto biologico fai da te, cinque verdure da ripiantare in casa

La lattuga, le cipolle, le carote e non solo fanno parte di quelle verdure che non richiedono molto lavoro e che una volta ripiantate possono rinascere anche in casa. Basta avere degli scarti per originare nuovi ortaggi a costo zero e creare il vostro orto biologico

Siete grandi amanti di verdura e ortaggi? Tenere in casa e consumare abitualmente determinati prodotti, in questo caso i vegetali, è un'abitudine che di certo non può far male, al contrario ci aiuta a mantenere uno stile di vita sano e salutare. Se oltre ad amare le verdure, poi, avete una spiccata passione per il giardinaggio e in genere per la cura dell'orto, perché non mettere insieme le due cose e sfruttarle per vivere meglio, consumare prodotti sempre freschi, e perché no, dare anche una mano al portafogli? La lattuga, le cipolle, le carote e non solo fanno parte di quelle verdure che non richiedono molto lavoro e che una volta ripiantate possono rinascere. Basta avere degli scarti per originare nuovi ortaggi a costo zero e creare il vostro orto biologico. Ecco i nostri consigli.

Le carote

Per ripiantare le carote occorre acquistare quelle che sull'estremità presentano delle foglie. Tolte queste ultime, si deve tagliare la parte della carota alla base del fogliame, e farne una rondella. Una volta tagliata andrà sistemata in un piatto con dell’acqua che andrà cambiata ogni 2 giorni. Dopo una settimana la nuova piantina germoglierà, e dovrete farla crescere per almeno 4 giorni per poi poterla ripiantare in un vaso con del terriccio e con all’aria solo la parte germogliata.

La lattuga romana

Per coltivare questa verdura devote iniziare utilizzando la parte inferiore del cespo di lattuga, questo deve essere messo in 2 cm d’acqua e posizionato vicino ad una finestra per 15 giorni. Dopo un paio di settimane si inizieranno a sviluppare le nuove foglie. Quando il cespo inizierà a germogliare, potrete ripiantarlo in un vaso o direttamente in giardino, dove potrà continuare la sua crescita.

L’aglio

I germogli d’aglio sono l'ideale per realizzare delle piante. Dopo aver pulito i germogli, metteteli in un bicchiere d’acqua e posizionatelo vicino ad una finestra o direttamente all’aperto; quando i germogli cresceranno di qualche centimetro li dovrete ripiantare. Utilizzando un suolo fertile e un vaso grande potrete vedere i risultati già in qualche giorno. L’aglio potrà essere raccolto quando le foglie della pianta saranno marroni e inizieranno a cadere.

Le cipolle verdi

Potete utilizzare le radici delle cipolle verdi per ottenerne di nuove. Mettete la cipolla con la radice in un bicchiere d’acqua e conservatelo in una camera luminosa. In brevissimo tempo vedrete delle piccole cipolle pronte alla raccolta quando raggiungeranno i 5/6 pollici di lunghezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il basilico

Per coltivare il basilico, è sufficiente posizionare alcune foglie in un bicchiere d’acqua e attendere una settimana. Il bicchiere dovrà essere posizionato alla luce diretta del sole e quando le radici cresceranno le dovrete ripiantare in un vaso. Per non far diventare il basilico troppo viscoso sarà necessario bagnarlo sistematicamente. L’ideale è cambiare l’acqua del bicchiere quotidianamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbinare antico e moderno: i consigli per un equilibrio perfetto

  • Fiori e piante da coltivare in terrazzo, idee e consigli

  • Mutuo 100%: cos'è e come funziona

  • Piante grasse, 5 varietà da coltivare in casa in modo semplice

  • Arredamento e accessori: i colori della primavera in casa

  • Portare la primavera in casa: idee di arredamento

Torna su
TriestePrima è in caricamento