Fitorimediazione, 12 piante che purificano l'aria che respiriamo in casa

L’inquinamento che si verifica negli ambienti chiusi rappresenta una minaccia per la salute, ma grazie alle piante possiamo purificare l’aria dagli inquinanti che si concentrano negli ambienti chiusi. A confermarlo è un gruppo di ricerca dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del Consiglio Nazionale Ricerche

Come migliorare l’ambiente domestico in cui viviamo? Sicuramente respirando una buona aria al suo interno. Ad aiutarci in questo caso sono proprio le piante, in grado di migliorare la qualità di quello che respiriamo attraverso diversi meccanismi. Scopriamoli.

L’inquinamento domestico

L’inquinamento che si verifica negli ambienti chiusi, è spesso sottovalutato, ma rappresenta una seria minaccia per la salute umana. Infatti, con minore ricambio d’aria si possono concentrare sostanze dannose per l’organismo, che rendono a volte l’aria decisamente poco salutare.

Il ruolo importante delle piante 

Le piante purificano l’aria dagli inquinanti che si concentrano negli ambienti chiusi. A fornire una nuova conferma sulle capacità di depurare l’inquinamento domestico delle piante una review tutta italiana pubblicata da un gruppo di ricerca dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del Consiglio Nazionale Ricerche (CNR-IPSP).

Le attività svolte dalle piante per depurare l’aria che respiriamo

La fitorimediazione - così è chiamata la capacità delle piante di rimuovere gli inquinanti dell’aria interna (come anche quella di bonificare suoli inquinati) - avviene tramite meccanismi fisiologici di assorbimento, ovvero il trasferimento di una specie chimica da una soluzione - in questo caso l’aria - sulla superficie di un solido - la pianta - (adsorbimento) o attraverso il contatto tra aria e pianta (absorbimento). In altre parole se abbiamo adsorbimento le sostanze chimiche si accumulano solo sulla pianta, mentre con l’absorbimento l’accumulo avviene nelle zone di contatto aria-pianta. Si ha quindi uno “strato aria-pianta” dove le sostanze chimiche trasferite - gli inquinanti - restano “intrappolate”.

Le 12 piante che purificano l’aria della nostra casa

  • Lingua di Suocera: questa pianta è in grado di filtrare e rendere inoffensiva la formaldeide spesso presente nei prodotti per la pulizia, nella carta igienica o nei tessuti per la cura personale. 

  • Ficus: può aiutarci a filtrare molti agenti inquinanti come la formaldeide, contenuta nei tappeti e nei mobili di casa, ma anche il tricloroetilene ed il benzene.

  • Crisantemo: questi fiori vi aiuteranno a filtrare il benzene, normalmente presente nei collanti, nelle vernici, nelle plastiche e nei detersivi. 

  • Aloe: molto semplice da coltivare e può dimostrarsi un fidato alleato contro la formaldeide e il benzene. Un buon posto per collocarla potrebbe essere una finestra ben illuminata in cucina.

  • Dracena: è l’ideale per combattere sostanze come lo xilene, il tricloroetilene e la formaldeide, che come abbiamo già detto possono essere presenti in lacche o vernici. Può combattere gli agenti inquinanti contenuti in oli e vernici. 

  • Azalea: arbusto fiorito perfetto per combattere la formaldeide presente nel compensato e nelle schiume isolanti. 

  • Pothos: fedele alleata nella lotta alla formaldeide. Vi consigliamo di posizionarne qualche vaso nel vostro garage, dove a causa dei gas di scarico ricchi di formaldeide l’aria non sarà delle migliori.

  • Gerbera: ideale per rimuovere la trielina, spesso presente nei capi d’abbigliamento lavati a secco. Ponetela nella vostra lavanderia o in stanza da letto.

  • Edera: ottima per inibire la formaldeide presente in molti prodotti per la pulizia della casa. Inoltre, sembra che sia in grado di ridurre la diffusione di particelle inquinanti trasmesse con le feci degli animali domestici.

  • Palma di bamboo: questa piccola palma cresce bene in zone d’ombra e spesso produce fiori e piccoli frutti. È uno dei migliori filtri naturali contro il benzene e il tricloroetilene ma è anche capace di neutralizzare la formaldeide.

  • Spatifillo: giglio che richiede una esposizione in penombra ed una annaffiatura regolare una volta la settimana per poter produrre i suoi candidi fiori bianchi. È imbattibile nella lotta dei più comuni composti organici volatili, quali il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene ma risulta efficace anche con toluene e xilene.

  • Falangio: molto resistente, poco soggetta a malattie, facile da allevare necessita solo di molta luce. Grazie al suo fitto fogliame e ai fiori bianchi la pianta è in grado di filtrare benzene, ossido di carbonio, formaldeide e xilene.

Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

Dove acquistare le tue piante da appartamento a Trieste

Ecco alcuni consigli:

  • Fiori & Piante Vera Trieste (Via S. Spiridione, 12/A)

  • Fiori Nirvana (Via Pier Paolo Vergerio, 7)

  • Riviera Fiorita (Via dell'Istria, 19/A)

  • Fiori.Trieste.it (Via dell'Istria, 8/B)

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Passione anni '80, come arredare in perfetto stile Eighties

  • Ragnetti rossi, i rimedi naturali per allontanarli definitivamente

  • Pannelli fotovoltaici, funzioni e incentivi fiscali

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Passione anni '80, come arredare in perfetto stile Eighties

  • Tecnologie per collegare il cellulare alla TV, guida e consigli

  • Errori da evitare nella cura del prato, i prodotti da applicare per il benessere del nostro spazio verde

Torna su
TriestePrima è in caricamento