Passione orto, come proteggere le piante dagli insetti dannosi

Passione per il giardinaggio? Durante l'estate gli insetti dannosi riescono ad insediarsi facilmente sia sulle piante decorative, sia su quelle del nostro orto. Se vogliamo salvaguardarle e avere prodotti bio dal nostro giardino, occorre proteggerle. Scopriamo come

Nonostante le temperature siano spesso abbastanza alte, in estate crescono e fioriscono diverse varietà di piante. I fiori estivi, allegri e colorati, richiedono grandi attenzioni, soprattutto durante questa stagione. Il giardinaggio è una passione, non tutti però hanno il pollice verde, nonostante ciò bastano piccoli e semplici accorgimenti per aver cura del nostro orto e delle nostre piante. La prima cosa a cui dobbiamo pensare, è sicuramente di non farle seccare innaffiandole spesso. Se abbiamo risolto questo problema con l’installazione di un irrigatore automatico, bisogna prestare attenzione anche ad un altro inconveniente, quello degli insetti dannosi che con il caldo, riescono ad insediarsi facilmente sia sulle piante decorative, sia su quelle del nostro orto. Se vogliamo salvaguardare la loro salute e avere prodotti bio direttamente dal nostro giardino o terrazzo, occorre proteggerle. Riuscire a bloccare l’attacco degli insetti è facile, basta intervenire tempestivamente e con le modalità adatte. I prodotti naturali sono perfetti quando l’attacco è modesto, nel caso di una presenza aggressiva, meglio utilizzare, con cautela, quelli di origine chimica. Vediamo insieme quali sono i principali insetti che solitamente attaccano le piante da giardino e come difenderle dalla loro aggressione.

Cimici

Le cimici sono insetti ben visibili e riconoscibili anche per l’odore. Attaccano le piante in vari zone, nel caso di aggressione le foglie e i frutti presenteranno tanti puntini gialli. Difficili da eliminare, possono essere debellati con insetticidi naturali a base di ortica, aglio, nicotina. Spruzzati sulle piante la mattina presto, quando le cimici sono poco attive, ci libereranno da questi fastidiosi insetti.

Afidi

Presenti in forma di colonia, sono insetti verdi o neri che attaccano principalmente le foglie, che tendono ad ingiallirsi e a cadere. Anche i fiori e i frutti non sono risparmiati, quest’ultimi tendono a crescere irregolari e durano poco, dopo la raccolta. Il modo migliore per liberare la pianta è quella di usare ingredienti naturali per preparare insetticidi a base di infuso di aglio o cipolla che contengono azadiractina.

Mosche bianche (Aleuroididi)

Prendono il nome dal loro colore e sono dotati di ampie ali. Presenti soprattutto  su ortaggi come pomodori e melanzane, causano alla pianta gli stessi sintomi delle Afidi. Anche in questo caso si devono usare prodotti a base di azadiractina presente anche nell’olio di soia.

Cocciniglia

La cocciniglia è un nemico per la maggior parte di fiori. Essa è in grado di colonizzare piante ornamentali, grasse, da appartamento, da giardino e alberi da frutto. Nel caso della cocciniglia cotonosa, può essere individuata facilmente perchè crea una colorazione biancastra sulle foglie. Per liberare la pianta da questo insetto, un metodo molto usato è l’olio bianco, la sostanza vaporizzata sulle foglie crea una patina che soffoca i parassiti. Un’altra soluzione è quella di utilizzare preparati a base di oli essenziali come l’olio di tè. Passati direttamente sulle foglie, per diversi giorni di seguito. creeranno un ambiente ostile alla proliferazione dell’insetto.

Acari

Sono tra i più temuti. Simili a minuscoli ragni, di colore rosso o marrone, si nutrono della linfa delle foglie e delle parti tenere delle piante. Si riconoscono a causa delle sottili ragnatele che formano sul fogliame che si contraddistingue con puntini ingialliti o rossastri. Per prevenite il loro proliferare meglio concimare e innaffiare le piante. Per eliminarli si devono diluire in mezzo litro d’acqua, due cucchiai di peperoncino di cayenna e qualche goccia di sapone di Marsiglia.

Lepidotteri

Anche i lepidotteri possono causare danni alle piante. Sono larve di farfalle che vengono depositate sotto le foglie o sui fusti. Queste si cibano del materiale vegetale, causando il deperimento delle piante colpite. Per eliminarli è bene togliere le larve manualmente, usare insetti antagonisti come batteri o ricorrere ad insetticidi biologici come l’olio di neem.

A chi rivolgersi a Trieste

Se il problema dovesse persistere ecco alcune ditte specializzate a cui potrete rivolgervi:

Prodotti per eliminare gli insetti dalle piante

  • Olio di neem

  • Piretro

  • Insetticida a base di ortica

  • Olio di Neem Spray

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando accendere i termosifoni, tutte le date e gli orari città per città

  • Cimici, i rimedi per allontanarle definitivamente

  • Fonte di calore eco-sostenibile, perché scegliere il camino in bioetanolo

  • Cappa filtrante o cappa aspirante in cucina? Ecco le differenze

  • Installazione infissi, modelli e detrazioni fiscali

  • Guardaroba, i rimedi per eliminare le larve delle tignole

Torna su
TriestePrima è in caricamento