I metodi fai da te per pulire i tappeti in modo efficiente

I tappeti sono uno dei complementi d’arredo preferiti in casa, eppure spesso non si sa bene come pulirli senza rovinarli, soprattutto se sono realizzati in materiali particolari. Ecco i nostri consigli per una perfetta igiene

I tappeti sono uno dei complementi d’arredo preferiti in casa, eppure spesso non si sa bene come pulirli senza rovinarli, soprattutto se sono realizzati in materiali particolari. C'è chi per evitare questo problema evita l'uso delle scarpe in casa, mentre chi non usa questo accorgimento o possiede animali domestici, dovrà prestare più attenzione alla loro cura, soprattutto se in casa vivono soggetti allergici e bambini piccoli. Pulire bene i tappeti non è solo utile all’igiene, ma serve anche per mantenerli belli più a lungo. La polvere che penetra tra le fibre, infatti, tende con il tempo a ingrigire anche i colori più vivaci e a indebolire le fibre. Ecco, a questo proposito, alcuni consigli utili per la loro pulizia.

Arredare casa con i tappeti, idee e consigli

Come iniziare

Per avere tappeti e moquette puliti, è sufficiente passare il battitappeto almeno una volta alla settimana, ed eseguire una pulizia profonda almeno una volta l’anno. Il trattamento di pulizia varia a seconda del tipo di tappeto e il materiale con il quale è realizzato. Il consiglio è sempre quello di seguire le istruzioni di lavaggio rilasciate al momento dell’acquisto. Il vecchio metodo della battitura all’aria aperta è sempre uno dei più validi per iniziare, perché permette di eliminare bene la polvere nascosta.

Tipologie e materiali

  • I tappeti più semplici da pulire sono quelli di cotone o di spugna, questi, infatti, possono essere comodamente lavati in lavatrice.

  • Per i tappeti più delicati come quelli antichi è consigliabile, invece, affidarsi a mani esperte ed evitare saponi aggressivi che potrebbero danneggiarli.

  • I tappeti in lana dovrebbero essere lavati a secco, ma con i giusti accorgimenti si possono lavare anche in casa. Per prima cosa bisogna ricorrere alla rimozione della polvere attraverso un classico aspirapolvere, successivamente si deve immergere il tappeto in una bacinella d’acqua fredda e sapone, pettinandolo con una spazzola dalle setole morbide. Infine, lasciatelo asciugare al sole.

  • I tappeti di seta, essendo molto delicati, possono essere puliti con scopa o aspirapolvere, oppure igienizzati spolverandoli con del bicarbonato da lasciare agire per un'ora e da rimuovere poi delicatamente con l’aspirapolvere.

  • I tappeti in fibre naturali si possono pulire con semplice acqua e sapone e asciugarli all’aria aperta.

  • Infine, i tappeti in materiali acrilici possono essere puliti spolverandoli di bicarbonato, da aspirare dopo averlo lasciato agire per un’ora.

Soluzioni naturali

Esistono diverse soluzioni naturali, economiche e fai da te che permettono di igienizzare al meglio i nostri tappeti senza rovinarli. Il primo rimedio fai da te è proprio il bicarbonato, perfetto da spolverare sui tappeti per eliminare gli odori, sempre da lasciare agire per un’ora e da rimuovere poi con l’aspirapolvere. Un altro metodo perfetto per la pulizia dei tappeti è il vapore, che ha anche il pregio di eliminare gli acari grazie alle alte temperature. Infine, un'altra alternativa per pulire i tappeti in modo super efficace è il borace, un cristallo morbido utilizzato spesso in detergenti e saponi grazie al suo potere disinfettante e antisettico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Stella di Natale, come curarla e farla durare più a lungo

  • I consigli per arredare casa, cinque errori da evitare

  • Moscerini della frutta, consigli e rimedi naturali per eliminarli

  • Smart TV: modelli, funzioni e vantaggi della Tv intelligente

  • Laminazioni adesive, come rinnovare il look alla vostra casa risparmiando

Torna su
TriestePrima è in caricamento