Forno a legna, come funziona e quali sono i vantaggi

Un metodo che ricorda i sapori di una volta e favorisce la riscoperta di un sistema sano ed economico per cucinare, il forno a legna è l'ideale per chi ama il sapore dei cibi cotti alla brace. Scopriamo i suoi vantaggi e alcuni consigli per la manutenzione e l'installazione

Il forno a legna è la soluzione ideale per chi ama il gusto dei cibi cucinati alla brace come la cottura del pane sul fuoco, la pizza e i dolci. Si tratta di un metodo che ricorda i sapori di una volta e favorisce la riscoperta di un sistema sano ed economico per cucinare. Inoltre, è ideale anche per chi ama un arredamento di tipo rustico.

Vantaggi

Il forno a legna garantisce una maggiore qualità nella preparazione di pietanze come pane e pizza, ma anche di carni e dolci. Costruito con materiali isolanti e naturali, il forno a legna porta i cibi ad una perfetta cottura, omogenea e uniforme. Inoltre, raggiunge temperature elevatissime, intorno ai 500°C, e  l'impiego di legna per la cottura, permette, ovviamente, anche di risparmiare energia elettrica.

Microonde, i rimedi naturali per una corretta manutenzione

Materiali

Il forno a legna è costruito solitamente in mattone refrattario, che tende a cambiare colore a seconda delle temperature, è scuro quando è freddo, rosso quando si comincia a scaldare,  bianco una volta raggiunta la temperatura, intorno ai 450°C.

Manutenzione

Tuttavia, quando si decide di installare un forno a legna, bisogna prestare attenzione alla pulizia e alla manutenzione per mantenere salubri gli ambienti di cottura. Ecco alcuni consigli:

  • la cenere residua va rimossa;

  • la canna fumaria pulita;

  • occorre controllare l’integrità del forno e che non presenti fratture in cui potrebbe accumularsi della fuliggine.

Piccole accortezze, ma importanti, per garantire un’ottima funzionalità e soprattutto una cottura perfetta per i nostri cibi.

Installazione

L'installazione di un forno a legna non è immediata, è necessario un lavoro in muratura, e soprattutto è indispensabile una canna fumaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Funzionamento

Il funzionamento del forno a legna è molto semplice. L'aria comburente entra nella camera di cottura tramite il processo di regolazione dell'aria e attiva la combustione primaria, producendo dei fumi che raggiungono il cielo del focolare che si mescolano con l'aria preriscaldata. Il composto di fumi in transito e l'aria si incendiano attivando una post-combustione, la quale riaccende i residui del processo di combustione primaria, aumentandone i rendimenti termici e mantenendo una temperatura costante. In seguito, all'avvio della combustione all'interno del focolare, l'aria riscaldata e generata dalla post-combustione attraversa un canale dietro il focolare e viene immessa a pioggia nella parte superiore della camera a fuoco, mentre l'aria per il riscaldamento passa dalla parte inferiore della stufa e fuoriesce dai fori situati nel frontalino superiore. Con questo procedimento si verifica la produzione del calore necessario per la cottura dei nostri cibi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sfruttare al meglio il climatizzatore risparmiando in bolletta: come fare

  • Piante belle e rigogliose con l'idrocoltura: cos'è e come funziona

  • Sistemi audio multiroom, musica e tecnologia in una casa smart

Torna su
TriestePrima è in caricamento