Quando sostituire il materasso? Ecco alcuni consigli su scelta e manutenzione per un riposo ideale

Quando sostituire il materasso? Spesso per abitudine ci adattiamo anche a condizioni negative di riposo, non sempre è facile capire quando è usurato, soprattutto perché bisogna valutare la qualità e la “salute” di quest'ultimo. Scopriamolo

Vi siete mai chiesti come capire quando è ora di cambiare il proprio materasso? Non sempre è facile, soprattutto perché bisogna valutare la qualità e la “salute” di quest'ultimo. Spesso per abitudine, infatti, ci adattiamo anche a condizioni negative di riposo. Scopriamo allora come comportarci. 

Tempo di sostituzione

Il materasso della camera da letto in linea di massima dovrebbe essere sostituito una volta ogni dieci anni, anche se questa regola non è universale. Il corpo umano nel corso del tempo si modifica, a cambiare sono anche le sue curvature. Non va dimenticato, poi, che sul materasso si accumulano germi invisibili, acari della polvere, funghi e batteri.

Come capire se il materasso è usurato? 

Non è sufficiente assicurarsi che esso non presenti irregolarità esteriori, come avvallamenti o protuberanze, perché potrebbero essersi verificati cedimenti interni non visibili a occhio nudo ma ugualmente dannosi al nostro riposo. Oltre all’età, ci sono comunque dei campanelli d’allarme che ci possono aiutare a capire se è ora di cambiare il materasso. Ad esempio, se avete sperimentato frequenti risvegli notturni, dolori a schiena, collo e arti, oppure se, più in generale, vi capita di avvertire una sensazione di stanchezza al mattino, siamo in presenza di segnali importanti che qualcosa non va come dovrebbe.   

Quale materasso scegliere

È opportuno valutare la rigidità del prodotto su cui si decide di puntare. Infatti un materasso più rigido è destinato a essere più longevo e più resistente, risultando in grado di durare per più tempo; inoltre, è indispensabile per sostenere persone con un peso superiore alla media. Chi soffre di lombalgia, in una forma più o meno grave, riposando su un materasso rigido patisce meno il disturbo e al mattino sperimenta un sollievo maggiore. Quando un materasso è troppo morbido, infatti, non dà alla colonna vertebrale il supporto di cui essa ha bisogno.

La fodera del materasso

È fondamentale privilegiare materassi che siano foderati con tessuti di qualità, e quindi naturali. Il cotone è la migliore scelta da questo punto di vista, anche perché è traspirante e quindi impedisce di sudare troppo. La fodera è la parte del letto che entra a diretto contatto con la pelle, meglio evitare quelle realizzate in materiali sintetici come il poliestere, che impediscono al corpo di traspirare. 

I materassi gonfiabili

Una curiosa alternativa che vale la pena di prendere in considerazione va individuata nei materassi gonfiabili, che in genere sono riempiti ad acqua o ad aria. Come è facile intuire, però, un prodotto di questo tipo richiede una manutenzione costante e ha bisogno della massima attenzione. Il ricambio di acqua o di aria dovrebbe essere effettuato circa una volta ogni due mesi, per contrastare la diffusione di batteri all’interno.

Come prendersi cura del materasso?

Una buona manutenzione ne allungherà comunque la vita, mantenendolo sano e preservandone le caratteristiche e performance più a lungo. Ecco alcuni consigli:

  • fare areare bene la stanza da letto e il materasso (privo di fodera) almeno una volta alla settimana. In questo modo saranno dispersi anche i residui di calore e umidità accumulati durante il riposo.

  • Almeno due volte all’anno alzare il materasso dalla sua struttura e posizionarlo in modo da ottenere una ventilazione completa. 

  • Nel corso dell’areazione è sconsigliato posizionare il materasso vicino a fonti di calore come termosifoni o stufette. 

  • Si consiglia di non usare dispositivi di pulizia a vapore, poiché potrebbero inumidire troppo il materasso filtrando in profondità. 

  • È consigliabile ruotare il materasso sia in senso verticale (sotto-sopra), almeno ad ogni cambio di stagione, che in senso orizzontale (testa-piedi), almeno una volta al mese. 

Utilizzare una rete a doghe

Scegliendo una rete a doghe, oltre ai vantaggi in termini di ergonomia, garantirete una corretta ventilazione del vostro materasso. 

Dove acquistare il tuo materasso a Trieste

  • Eresse Notte (Via Milano, 25)

  • Trieste Materassi (Corso Umberto Saba, 25)

  • I Materassi (Viale XX Settembre, 21)

  • Casa del Materasso (Via Giosuè Carducci, 22)

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Passione anni '80, come arredare in perfetto stile Eighties

  • Tecnologie per collegare il cellulare alla TV, guida e consigli

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Passione anni '80, come arredare in perfetto stile Eighties

  • Tecnologie per collegare il cellulare alla TV, guida e consigli

  • Errori da evitare nella cura del prato, i prodotti da applicare per il benessere del nostro spazio verde

Torna su
TriestePrima è in caricamento