Amatrice, il Comune di Trieste contribuisce alla ricostruzione della scuola alberghiera

Confermata l'iniziativa solidale fortemente voluta dal vicesindaco Pierpaolo Roberti a seguito della sua visita ad Amatrice a poche settimane dal sisma.

Il Comune di Trieste ha destinato ad Amatrice un contributo di 50.000 euro destinato alla ricostruzione della scuola alberghiera di Amatrice. Proprio oggi, giovedì 24 novembre, è stato emesso il relativo mandato di pagamento e la somma sarà usufruibile a breve. Il provvedimento rende così concretamente partecipe la città di Trieste all'iniziativa solidale fortemente voluta dal vicesindaco Pierpaolo Roberti a seguito della sua visita ad Amatrice a poche settimane dal sisma.

Come si ricorderà, attraverso l'iniziativa "Adotta un'opera", il Comune aveva deciso di destinare il contributo alla ricostruzione di una scuola e, vista la natura turistica di Amatrice, ha deciso di intervenire scegliendo la ricostruzione della scuola alberghiera. Trieste porta anche così il suo contributo ad Amatrice, città simbolo del terremoto del 24 agosto, aiutandola a ripartire dai giovani e dal turismo, elementi essenziali e “motore” per la ripresa della città. COMTS Allegata via mail foto scuola alberghiera.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Non vuole pagare il biglietto del bus e ferisce due agenti Italpol

Torna su
TriestePrima è in caricamento