Autovie, nuovo intervento in A4 per la posa di cavi elettrici all'altezza dell'Isonzo

Il posizionamento della struttura verrà effettuato nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 agosto e richiederà la chiusura della corsia di sorpasso in entrambe le direzioni di marcia nel tratto Villesse Redipuglia

Nuovo intervento in A4 per la posa di cavi elettrici sull’elettrodotto in fase di costruzione da parte di Terna. Si tratta della terza fase (le prime due hanno riguardato la A23 in comune di Pavia di Udine e la A4 all’altezza del ponte sul fiume Torre) della stesura dei cavi, che questa volta interesserà un’area adiacente al fiume Isonzo. I cavi dovranno attraversare l’autostrada e quindi è necessario installare una struttura di protezione. Il posizionamento della struttura verrà effettuato nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 agosto e richiederà la chiusura della corsia di sorpasso in entrambe le direzioni di marcia dalle 21,00 alle 5,00 del mattino nel tratto Villesse Redipuglia. Il transito, quindi, sarà possibile soltanto sulla corsia di marcia. La notte successiva, ovvero tra giovedì 17 e venerdì 18 agosto, l’intervento verrà completato ma in questo caso, per garantire la sicurezza di chi lavora e di chi transita – oltre alla chiusura della corsia di sorpasso dalle 21,00 alle 5 del mattino, ci sarà una chiusura vera e propria dell’autostrada, anche se per poche ore: dall’una e trenta alle quattro del mattino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Cede un ramo, volo di 20 metri in via Commerciale: gravissimo

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento