Morto Fabio Amodeo, Cosolini: «Uomo d'ingegno»

Il sindaco Cosolini ricorda lo scrittore Fabio Amodeo, scomparso a 71 anni dopo una lunga malattia

«È stato un giornalista, scrittore e storico della fotografia che ha contribuito fortemente a scrivere la vita e la crescita di Trieste». Con queste parole il Sindaco Roberto Cosolini ricorda Fabio Amodeo, morto all'età di 71 anni, sottolineando anche «il suo poliedrico impegno culturale, che lo ha visto guidare anche la Cooperativa Bonawentura, il Teatro Miela e il Circolo della Stampa».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ci lascia - conclude il Sindaco - un uomo d'iniziativa e d'ingegno, un testimone prezioso dei nostri giorni, sempre capace di reinventarsi e di operare con intelligenza per il bene della nostra società. Il suo bell'esempio resterà per molti il miglior libro da leggere e da seguire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

Torna su
TriestePrima è in caricamento