Torna a Trieste nonostante il divieto di ritorno: denunciato

Una volante della Polizia è intervenuta per sedare una lite in Scala Santa e ha trovato lo straniero rilevando la sua inottemperanza

Una lite in Scala Santa nella notte tra il 30 giugno e il primo luglio ha richiesto l'intervento di una volante della Polizia. Gli agenti hanno quindi identificato in zona il cittadino afghano T.Y., di 23 anni scoprendo che si trovava a Trieste nonostante un provvedimento di divieto di ritorno nel comune. L'uomo è stato quindi denunciato dalla Polizia. Coinvolti nella lite, almeno altre due persone. 

Si tratta della seconda denuncia per presenza sul territorio nonostante il divieto. L'ultimo episodio risale infatti al 26 giugno quando, dopo una violenta rissa scoppiata in piazza Goldoni, un cittadino afghano, T.Y. di 23 anni, è stato intercettato dagli uomini della Polizia ed è stato denunciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

Torna su
TriestePrima è in caricamento