Alberi riciclati: a Muggia si sceglie un Natale più sostenibile e creativo

Le persone sono state invitate a pensare, realizzare e donare degli ornamenti natalizi fatti con i materiali di tutti i giorni, reinventandoli in maniera assolutamente nuova per vestire a festa i tradizionali abeti

Grande successo per “Addobba un albero” Una ventina di grandi scatoloni straripanti di addobbi. È questo l’inaspettato importante risultato dell’iniziativa “Addobba un albero” organizzata quest’anno per la prima volta dall’amministrazione comunale del Comune di Muggia.

«Siamo felicemente sorpresi» ha commentato un soddisfatto vicesindaco e assessore alle Attività produttive Francesco Bussani: «Tutte le novità portano inevitabilmente con sé grandi incognite e non sapevamo come avrebbe reagito la città, ma ha risposto benissimo, l’iniziativa è stata molto appressata e fa ben sperare che cresca sempre più nei prossimi anni». La proposta intendeva coinvolgere, infatti, i cittadini muggesani in un progetto che li facesse protagonisti delle tradizioni, realizzando insieme idee e azioni che potessero favorire incontro e armonia come la decorazione di ciascun albero di Natale “con addobbi” frutto della creatività che notoriamente contraddistingue la città istroveneta.

L’idea è stata dunque quella di invitare a pensare, realizzare e donare degli ornamenti natalizi fatti con i materiali di tutti i giorni, reinventandoli in maniera assolutamente nuova per vestire a festa i tradizionali abeti. Davvero tanti gli addobbi realizzati con ogni sorta di materiale di riciclo: da rigide stelle filanti derivanti da bottiglie di plastica a meravigliose stelle ricavate dai loro stessi fondi, da imbuti trasformati in campane ad angioletti derivanti da vasetti di yogurt, da bicchieri di plastica incollati l’un l’altro sino a comporre giganti palle natalizie a pigne e tappi decorati e assemblati come alberelli di Natale.

«Abbiamo voluto promuovere un Natale più sostenibile e creativo attraverso l'utilizzo di rifiuti di uso quotidiano con un progetto volto a incentivare la fantasia e la partecipazione attiva dei cittadini per sensibilizzare anche i più giovani sulle tematiche legate alla tutela dell’ambiente, del riuso e del riciclo» ha sottolineato l’assessore alle Politiche giovanili, Istruzione e Scuole Luca Gandini.«E la nutrita partecipazione specie di bambini ed i ragazzi, attraverso le scuole, ma anche le associazioni e le realtà che si occupano quotidianamente di loro è la risposta più significativa del potenziale di Muggia».

15577747_10154934798229430_288056086_n-2Gli studenti di Zamola, de Amicis e Bubnic, i bimbi di Biancospino, Giardino dei Mestieri, Maurica e Iacchia, ma anche quelli della Ludoteca Fantamondo, i giovani del Progetto Giovani e gli anziani della Casa di Riposo e del Centro di aggregazione di via Dante insieme ad i ragazzi di Casa Benussi oltre a diversi privati cittadini: sono questi i creatori dei fantasiosi addobbi visibili a Muggia per tutto il periodo natalizio. Oltre alle luci, sono stati quindi addobbati con le creazioni pervenute ben 6 alberi, ciascuno dei quali sito in una area specifica della città. Per ciascuno era stato estratto un proprio colore distintivo ed in base a questo, nei giorni scorsi, sono stati redistribuiti gli addobbi: oro in Biblioteca, rosso a Zindis, bianco ad Aquilinia, argento a Santa Barbara, blu a Fonderia e bronzo a Chiampore.

«Un ringraziamento particolare va a tutti coloro, grandi e piccini, che si sono spesi per contribuire ad abbellire il Natale muggesano” ha sottolineato Bussani “ai nostri giovani e meno giovani creatori ed al personale che li ha affiancati, ai cittadini che hanno propositivamente raccolto la sfida ed a Gemma Impianti, che non si è risparmiata addobbando con infinita pazienza e cautela ogni albero e rendendosi disponibilissima con i bambini perché potessero essere partecipi di quel magico momento».

Ma cosa ne sarà di tutti gli addobbi? Una volta terminato il periodo delle feste natalizie, sarà data la possibilità di acquistare con un’offerta libera le decorazioni in un appuntamento gestito grazie alla collaborazione con l’associazione Cuore Amico di Muggia. Il ricavato sarà poi devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto e la decorazione più degna di nota di ciascun albero riceverà un attestato di merito a memoria del lodevole impegno profuso.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Unione: quinta vittoria di seguito al 90'

    • Economia

      Partite Iva: calo del 4,8% in Fvg per l'effetto Job's Act

    • Politica

      Ferriera, Dipiazza: «Rileviamo sempre più inadempienze da chi ha rilasciato l'Aia»

    • Cronaca

      Corsa di Carnevale: 100 partecipanti e migliaia di persone alla cerimonia d'apertura (FOTO)

    I più letti della settimana

    • Schianto a Barcola: perde il controllo del furgone e finisce in mare (FOTO)

    • Pizza a Trieste: ecco i migliori locali dove gustarla secondo Tripadvisor

    • Furti d'auto: sgominata banda di minorenni ad Aurisina (FOTO)

    • Scomparsa Elisabetta Carotta, triestina di 46 anni

    • Grave incidente sulle Rive: pedone in codice rosso a Cattinara

    • Incidente a Valmaura: motociclista all'ospedale

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento