Alejandro Meran aggredisce ancora le guardie in carcere

Dopo il recente episodio di aggressione, il killer dei poliziotti Rotta e Demenego fa ancora parlare di sé per danneggiamento aggravato all'interno del penitenziario e per aver assalito le guardie usando un manico di scopa

Foto di repertorio

Alejandro Augusto Stephan Meran, il killer degli agenti Rotta e Demenego, fa ancora parlare di sè dopo l'aggressione ai due agenti del'istituto penitenziario, e stavolta per un episodio di danneggiamento aggravato (in data 20 ottobre). Secondo una nota della procura, Alejandro avrebbe infatti rotto il tavolo e il televisore della sua cella. Venerdì 25, invece, i filmati all'interno del carcere hanno ripreso Meran nei locali del piano terra nel corso di un altro danneggiamento aggravato, per poi aggredire gli agenti con un manico di scopa. L'uomo ha in seguito desistito e si è recato nella sua cella senza opporre resistenza.

Il killer di Rotta e Demenego aggredisce le guardie intervenute per calmarlo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

Torna su
TriestePrima è in caricamento