Alejandro Meran aggredisce ancora le guardie in carcere

Dopo il recente episodio di aggressione, il killer dei poliziotti Rotta e Demenego fa ancora parlare di sé per danneggiamento aggravato all'interno del penitenziario e per aver assalito le guardie usando un manico di scopa

Foto di repertorio

Alejandro Augusto Stephan Meran, il killer degli agenti Rotta e Demenego, fa ancora parlare di sè dopo l'aggressione ai due agenti del'istituto penitenziario, e stavolta per un episodio di danneggiamento aggravato (in data 20 ottobre). Secondo una nota della procura, Alejandro avrebbe infatti rotto il tavolo e il televisore della sua cella. Venerdì 25, invece, i filmati all'interno del carcere hanno ripreso Meran nei locali del piano terra nel corso di un altro danneggiamento aggravato, per poi aggredire gli agenti con un manico di scopa. L'uomo ha in seguito desistito e si è recato nella sua cella senza opporre resistenza.

Il killer di Rotta e Demenego aggredisce le guardie intervenute per calmarlo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

  • Camioncino Acegas si schianta contro un muro in via Sottomonte

Torna su
TriestePrima è in caricamento