"Alice nel paese degli indovinelli": la nuova escape room con Stregatto, Bianconiglio e Cappellaio Matto (FOTO)

"La Grande Fuga" è pronta a presentarvi un mondo fatto di paradossi, di assurdità e di nonsensi. Il celebre romanzo di Lewis Carroll prende forma in un gioco interattivo con il quale grandi e piccini avranno la sensazione di entrare nel vivo di questa fantastica avventura

Apre le porte la quarta stanza dell'escape room triestina "La Grande Fuga" in via della Scalinata 1/a. Nuovi misteri da svelare, indovinelli da risolvere, enigmi e tanto altro nel mondo di "Alice nel paese degli indovinelli". Alessandro e Vesna, i titolari dell'escape room, sono pronti ad accogliervi in un mondo fatto di paradossi, di assurdità e di nonsensi con il Bianconiglio, l'enigmatico stregatto, il Cappellaio Matto e la piccola Alice. 

«Diversamente dalle solite escape room– spiega Alessandro–, questa stanza è l’unica in Italia che permette ai bambini (dai 10 anni in su) di divertirsi a risolvere enigmi e misteri senza dover essere accompagnati da un adulto. Il tema è stato scelto per far vivere ai più piccoli la magia di un mondo incantato. Ma non solo, è dedicato anche tutti gli adulti che, per un'ora, avranno voglia di tornare bambini. Detto questo, non vuol dire che la missione sia semplice anzi, è proprio una delle stanze più difficili che abbiamo ed è stata appositamente studiata in modo da renderla accessibile ai bambini e allo stesso tempo complessa per gli adulti».

Ma di cosa si tratta esattamente? Cos’è una escape room?

«Sembra una normalissima stanza –continua Alessandro– ma in realtà è un puzzle di mistero composto da passaggi segreti, casseforti, codici misteriosi e storie segrete da svelare. Tutto questo vi permette di vivere delle reali esperienze di avventura, pensate per coloro che amano le sfide, vogliono investigare e hanno delle ottime capacità di osservazione. L'obiettivo di un’escape room è semplice: ogni gruppo di amici, familiari, colleghi ha circa un'ora di tempo per lavorare come una squadra, decifrare codici, risolvere enigmi e mettere insieme tutti gli indizi utili per riuscire a risolvere la missione prima dello scadere del tempo».

E le altre stanze?

«Oltre alla stanza di Alice, sono disponibili altre due missioni: la "Prigione di alta sicurezza" e la "Base terroristica". Ci piace molto l'idea di collegare le stanze: lo facciamo spesso con i gruppi più ampi! È possibile infatti, a richiesta, prenotarle tutte contemporaneamente per organizzare feste di compleanno, team bulding e proposte di matrimonio...Ultimamente abbiamo anche organizzato qualche addio al celibato/nubilato».

Un posto decisamente da scoprire, da provare e che vi catapulterà in un'altra dimensione. Non vi resta che prenotare andando sul sito www.lagrandefuga.it , selezionare la data nell'apposito calendario e prepararvi per una grande avventura.

E per non farci mancare proprio nulla, è in arrivo anche il gioco da tavolo Escapoly (www.escapoly.com) dedicato agli appassionati dell'Escape Room, per rivivere a casa e, sempre in compagnia, il brivido del mistero e del gioco.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Meglio della stanza di fuga, per il team building, secondo me, non è venuto fuori nient'altro). Ovviamente questo è vero solo per le escape rooms interessanti e di qualità. A proposito, se hai bisogno di aiuto per creare il tuo gioco di fuga, consiglio vivamente questo designer - super-escape-room.com

Notizie di oggi

  • Cronaca

    È record: a Trieste il valzer più grande del mondo

  • Cronaca

    La tragica escursione dei due colleghi morti in montagna

  • Cronaca

    Furto in un negozio di impianti elettrici: 33enne triestino arrestato in flagrante

  • Cronaca

    Cane e padrone aggrediti da un pastore del Caucaso: "Rischiavano di morire"

I più letti della settimana

  • Trieste piange Jennifer e Massimo, trovati i corpi senza vita

  • La tragica escursione dei due colleghi morti in montagna

  • I 10 libri da regalare a Natale per capire Trieste

  • Incidente ex GVT, parla il padre della vittima (FOTO)

  • Scomparsi sul Lussari, i due triestini visti da una fototrappola

  • Beccato il giovane che mandò in coma Alessio

Torna su
TriestePrima è in caricamento