Alle porte dell'estate, la Pineta si risveglia "pattumiera" a cielo aperto

Dopo il weekend di mare, purtroppo i resti dei bivacchi si fanno notare

foto di Tania Andreutti

Così come il lupo perde il pelo ma non il vizio, appena riparte la stagione estiva, i soliti incivili lasciano la loro firma in Pineta. La situazione fotografata dalla nostra lettrice è diffusa un po' ovunque nello spazio verde fronte mare che le domeniche di sole viene preso d'assedio dai triestini.

Peccato che appunto, i bivacchi della domenica (o del sabato, principalmente sera) lascino tracce indelebili di quell'inciviltà di chi pensa "tanto non è casa mia, tanto puliranno". Un triste spettacolo che il Comune dovrà cancellare inviando il personale di AcegasApsAmga a spese di tutti, come sarà per i Topolini, anche loro degradati quasi a latrina da chi nel periodo invernale a fatto i suoi porci (parola azzeccatissima) comodi. 

Potrebbe interessarti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

Torna su
TriestePrima è in caricamento