Allerta Soccorso Alpino dopo la valanga sul Sentiero del Pellegrino

Il Cnsas Fvg e la Protezione civile invitano gli escursionisti e gli sci alpinisti ad astenersi dalle escursioni in ambiente nevoso nelle Alpi Giulie, sia in campo aperto che nel bosco

Il Soccorso Alpino di Cave del Predil, visto l'eccezionale evento nevoso in corso, si affianca all'allerta diramato dalla Protezione Civile e invita gli escursionisti e gli sci alpinisti ad astenersi dalle escursioni in ambiente nevoso nelle Alpi Giulie, sia in campo aperto che nel bosco, lungo itinerari considerati semplici. Nella tarda mattinata si è infatti staccata una valanga lungo il Sentiero del Pellegrino che conduce al Monte Lussari, nel punto compreso tra la Malga e il passaggio della seggiovia sopra il sentiero stesso, ad una quota di 1570 metri

La valanga è stata bonificata con il sistema Recco e con la ricerca ARTVA da due volontari del Soccorso Alpino di Cave accorsi subito sul posto dietro segnalazione dell'accaduto. Già questa mattina il sentiero del Pellegrino era continuamente percorso da escursionisti, soprattutto austriaci. Tale sentiero viene erroneamente considerato sempre sicuro anche in condizioni di grande innevamento. Come invece conferma il bollettino appena emesso dall'Ufficio Valanghe della Regione Friuli Venezia Giulia, è perentoriamente sconsigliato effettuare escursioni in montagna, anche per i prossimi due giorni (sabato e domenica), perché il pericolo rimane ancora fermo al grado 4 della scala (che va da 1 a 5).

Il Soccorso Alpino di Cave del Predil si è messo in contatto anche con i colleghi delle stazioni austriache di Arnoldstein e Villaco, che confermano anche per il Monte Dobratsch, considerato erroneamente, alla stregua del Pellegrino, un itinerario privo di pericoli, il divieto di effettuare escursioni a piedi o con gli sci.

In allegato l'ultimo bollettino valanghe: bollettino_ITALIANO_NUM_36_02_02_2018-2

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

Torna su
TriestePrima è in caricamento