Allianz a Milano, la politica triestina: "Fulmine a ciel sereno, subito consiglio comunale"

Ad esprimere preoccupazione sono Fratelli d'Italia, Forza Italia, Partito Democratico, Progetto Fvg, il Partito Democratico e i Cinque Stelle. "Fulmine a ciel sereno". Chiesto un Consiglio comunale straordinario

Lo spostamento della sede legale di Allianz da Trieste a Milano ha prodotto diverse reazioni daii partiti politici del capoluogo. Tranne il sindaco Roberto Dipiazza, che ha parlato di "impatto zero", sia dalla maggioranza che dall'opposizione si è levato un coro di stupore.   

Preoccupazione da tutti i partiti politici

Fratelli d'Italia con il consigliere regionale Claudio Giacomelli ha infatti parlato di "impatto gravissimo in termini di bilancio della nostra regione ma anche di immagine e, temiamo, occupazionale". Il consigliere comunale di Forza Italia Michele Babuder ha espresso "grande stupore e preoccupazione per il trasferimento a Milano, seppur non ancora confermato" e ha chiesto "la convocazione di un consiglio comunale straordinario per audire le ragioni della Società". 

Allianz a Milano? Le cose da sapere

La posizione del Pd

A questa richiesta si è associata anche la segretaria provinciale del Partito Democratico Laura Famulari. “E' un fulmine a ciel sereno che ci strappa dal sogno del 'momento magico' di cui continua a parlare Dipiazza". Per la segretaria dem, lo spostamento sarebbe “un elemento di preoccupazione in più, che si aggiunge alle crisi industriali che punteggiano la città e che qualcuno si ostina a non voler vedere, come se i lavoratori della manifattura fossero 'invisibili'". 

Cinque Stelle: la Regione chiarisca

Infine, anche il Movimento Cinque Stelle con il consigliere regionale Cristian Sergo ha manifestato perplessità, puntando il dito contro la giunta Fedriga. “La Regione ci dica se era al corrente delle intenzioni di Allianz di spostare la sede legale da Trieste a Milano, quali rassicurazioni abbia eventualmente avuto sul piano occupazionale e fiscale e che considerazioni siano state fatte sul possibile mancato gettito”. 

Dipiazza sul "trasloco": "Impatto zero"

“Durante la giunta Serracchiani era stato instaurato un meccanismo di riscossione dei tributi basao sul cosiddetto maturato: se prima le compartecipazioni riguardavano solo i tributi riscossi in Friuli Venezia Giulia, in questo modo fa fede l'attività prodotta sul territorio. Ma –  ha concluso l'esponente M5S – vale lo stesso anche se la sede legale, o peggio gli uffici, si dovessero trasferire a Milano?”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

Torna su
TriestePrima è in caricamento