...Ancora Traffico di Droga dalla Slovenia,... Ancora un Arresto

E’ finito in manette il cittadino italiano F.P. del 1968, originario di Foggia e residente a Trieste, arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Trieste con la collaborazione della Polizia di Frontiera dell’ex valico internazionale di...

E' finito in manette il cittadino italiano F.P. del 1968, originario di Foggia e residente a Trieste, arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Trieste con la collaborazione della Polizia di Frontiera dell'ex valico internazionale di Rabuiese nel Comune di Muggia (TS).

Il malvivente è stato fermato dai poliziotti a bordo della sua autovettura appena rientrato dalla Slovenia, dove si era rifornito di eroina da spacciare sulla piazza del capoluogo giuliano. Nel corso della perquisizione a suo carico sono stati rinvenuti e sequestrati circa 70 grammi di eroina suddivisa in cinque confezioni di cellophane, mentre nell'abitazione dell'arrestato veniva trovata un'ulteriore modica quantità di droga e una siringa contenente metadone già pronta per l'uso.

L'attività sul trafficante di droga era incominciata nei giorni scorsi a seguito di alcune segnalazioni di cittadini, insospettiti dal continuo viavai nella sua abitazione.

Gli investigatori lo hanno seguito per alcuni giorni fino al pomeriggio di sabato, quando si recava in Slovenia per rifornirsi della sostanza stupefacente sequestrata al suo rientro in Italia.

L'arrestato è stato condotto nel carcere di via Coroneo a disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Trieste.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento