Bussa alla porta e chiede di cambiare dei soldi: anziana truffata a San Giovanni

Una donna sulla trentina che parlava dialetto triestino si è fatta aprire la porta con una scusa e ha chiesto di cambiare alcune banconote da 50 euro per poi rubare una busta piena di denaro

Un'anziana è stata truffata a San Giovanni da una sconosciuta che si è finta una conoscente della vicina. La padrona di casa è stata investita da un fiume di parole da una donna sulla trentina, robusta e che parlava in dialetto triestino chiedendole di cambiare alcune banconote da 50 euro. Frastornata, la signora ha acconsentito.

Si fingono tecnici dell'Acegas e entrano in casa di un anziano

Il furto

Le due sono andate in camera da letto ed è stata estratta una busta contenente del denaro. A quel punto l'ignota malintenzionata ha chiesto prima un caffè e, poco dopo, di poter usare bagno. La donna si è fatta quindi attendere in cucina e la padrona di casa non l’ha più trovata, così come la busta con il denaro. Resasi conto dell’episodio, la vittima della truffa ha contattato il 112 e sul posto si è recato personale della Squadra Volante della Questura. A nulla sono valse le ricerche svolte in zona.

La raccomandazione

La Polizia invita tutte le persone a diffidare da simili comportamenti, messi in atto da individui che cercano di carpire la fiducia di soggetti deboli, come persone anziane o che vivono da sole, per mettere in atto truffe e raggiri. Al minimo sospetto e, comunque, per verificare situazioni che appaiono dubbie o anomali, si invita la cittadinanza a informare prontamente le Forze dell’Ordine attraverso il numero unico 112 e di non avere alcun timore nel segnalare questi episodi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento