Arrestati due passeur che trasportavano migranti, le reazioni politiche

Per l'Assessore regionale alla Sicurezza Roberti "non possiamo permettere che sui nostri confini continuino ad agire trafficanti di esseri umani". Rizzetto di Fratelli d'Italia chiede l'intervento di Salvini mentre Debora Serracchiani del PD afferma che "i migranti sono condotti da organizzazioni criminali internazionali"

Dopo il terribile frontale che questa mattina ha coinvolto un furgone condotto da due passeur e una Skoda Octavia sulla strada che da Opicina porta a Col, le reazioni politiche della maggioranza e dell’opposizione non si sono fatte attendere. "Quanto avvenuto nelle vicinanze di Monrupino conferma la correttezza di aumentare gli stanziamenti per la sicurezza” queste le prime parole dell’Assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti. “Non possiamo permettere che sui nostri confini continuino ad agire trafficanti di esseri umani che, oltre a sfruttare la disperazione delle persone per arricchirsi, mettono a repentaglio la sicurezza dei cittadini".  

“Un fenomeno sottovalutato”

Roberti ha aggiunto che "le aggregazioni sulla Polizia di Frontiera compiute quest'estate e il rafforzamento della collaborazione transfrontaliera hanno portato alla luce l'entità di un fenomeno che negli ultimi anni era stato sottovalutato. La Regione non può permettersi di tentennare quando si tratta di tutelare l'incolumità delle persone e quindi continuerà a sostenere sia attraverso il dialogo istituzionale sia tramite lo stanziamento di fondi il rafforzamento degli organici delle Forze dell'Ordine e della Polizia locale”.

Rinforzi sul confine: in arrivo dieci agenti

“Grazie al dialogo tra Regione e Ministero dell'Interno nei prossimi giorni la Questura di Trieste potrà contare sul primo rinforzo al personale in servizio, ovvero dieci agenti, ai quali se ne aggiungeranno altri nei prossimi mesi. Si tratta di un risultato importante che conferma la validità del lavoro svolto per sventare il declassamento della questura giuliana, e la conseguente riduzione dell'organico, e rimarca l'attenzione che il Governo rivolge al Friuli Venezia Giulia". Secondo l’Assessore alla Sicurezza la Regione sta vagliando “la possibilità per i Comuni di dotarsi di servizi di vigilanza privata”.

Inseguimento e frontale, arrestati due passeur

Fratelli d’Italia chiede l'intervento di Salvini

"Bisogna rafforzare le forze dell’ordine per il controllo dei flussi migratori provenienti in Italia dalle vicine Slovenia e Austria”. E’ quanto ha dichiarato il deputato friulano di Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto, dopo aver appreso del grave incidente di oggi in cui sono rimasti feriti alcuni migranti provenienti dalla Slovenia che hanno tentato di sfuggire ai controlli per introdursi clandestinamente sul territorio nazionale, nella zona di Repen sul Carso triestino. “Ho più volte sollecitato maggiori risorse per la sicurezza dei nostri confini, poiché viene sottovalutata l’entrata di clandestini via terra, come se il problema riguardasse solo gli sbarchi nei porti. Chiedo al Ministro dell’Interno Matteo Salvini di intervenire e istituire un tavolo di concertazione con le autorità austriache, croate e slovene in modo che in quella sede si definiscano ulteriori iniziative per la gestione  dei controlli sulla linea di confine”.

“Gente senza scrupoli”

Secondo la deputata del Partito Democratico Debora Serracchiani “l'operazione condotta dall'Arma dei Carabinieri dimostra che abbiamo a che fare con gente senza scrupoli: trafficanti di esseri umani impegnati nell'affare più sporco e lucroso dei nostri tempi”. “Vanno contrastati con un'attività investigativa mirata a spezzare le associazioni a delinquere che organizzano ed effettuano i transiti illegali, e per questo servono professionisti dell'anticrimine – ha aggiunto la Serracchiani - non vigilantes privati assoldati dai Comuni”.

Organizzazioni criminali internazionali

Per Serracchiani “i migranti non arrivano da soli fino al nostro confine terrestre ma sono condotti da organizzazioni criminali internazionali, di cui i passeur sono l'ultimo ingranaggio, esattamente come gli scafisti nel Mediterraneo. Per la prevenzione e la repressione occorre sicuramente il turnover delle Forze dell'Ordine, ma anche il rafforzamento e la focalizzazione delle strutture dell'autorità giudiziaria. Certo non serve trasformare ogni operazione di polizia in occasione di propaganda”.

Potrebbe interessarti

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

  • Gli effetti benefici dell'anguria, il frutto più atteso dell’estate

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Avvistato squalo volpe nelle acque del golfo di Trieste

  • Carico da oltre 9 tonnellate rovina addosso ad una macchina, illesi gli automobilisti

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento