Estate 2020: un metro di distanza tra i teli e nessun obbligo di mascherina prendendo il sole

Passa la linea sostenuta dal Comune, che considera gli asciugamani come indumenti, non attrezzature da spiaggia. Al "Pedocin" ingressi a tempo con due turni, mattina e pomeriggio, intervallati da una pausa per la sanificazione. Non si potrà più depositare le brandine

Foto: Aiello

"Distanza di un metro soltanto tra un asciugamano e l'altro (congiunti esclusi), e niente obbligo di mascherine quando si prende il sole". Queste le regole per l'estate 2020 a Trieste, annunciate dall'assessore con delega agli stabilimenti balneari Lorenzo Giorgi. Passa quindi la linea sostenuta dal Comune, che considera gli asciugamani come indumenti, non attrezzature da spiaggia, classificazione che sarà inserita nella prossima ordinanza regionale. "Siamo riusciti a sfuggire dalla morsa delle direttive ed autonomamente con la Capitaneria di Porto abbiamo deciso di mettere poche restrizioni e dare un po'di aiuto ai bagnanti. Sarà un'estate 2020 più 'normale', seppur in sicurezza" commenta Giorgi, riferendosi alle linee guida di Inail, che prevedevano un metro e mezzo di distanza tra i teli, e quindi molto meno spazio per i bagnanti.

Il Pedocin "a numero chiuso"

Il 'Pedocin' aprirà il primo giugno e con le nuove regole potrà contenere circa 500 posti. Si prevedono ingressi in due turni, la mattina dalle 7:30 alle 12:30 e il pomeriggio dalle 13 alle 19:30, per dare modo al personale addetto alle vendite che fa orario spezzato di godersi la consueta pausa. Nella mezzora di pausa verrà effettuata la sanificazione degli ambienti. 

Come precedentemente anticipato a Trieste Prima dall'assessore, il prezzo di un euro rimarrà tale ma non sarà più permesso lasciare le brandine e le attrezzature da mare nella zona di solito dedicata, per "ragioni igienico - sanitarie", con rammarico dei consueti habitué. Per quanto riguarda appunto l'uso delle attrezzature negli stabilimenti, per gli ombrelloni sarà obbligatoria la distanza di 3,5 metri e di 1,5 metri per le sdraio, tuttavia i titolari potranno optare per l'uso degli asciugamani al fine di ospitare più bagnanti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

Torna su
TriestePrima è in caricamento