Vertice Balcani, Boloznello-Calenda: «Wartsila confermata pienamente nell'ambito dell'Industria 4.0»

Bolzonello: «Il ministro ha potuto vedere di persona l'alto livello di digitalizzazione di questa fabbrica»

«Il ministro ci ha confermato come questo sia uno stabilimento produttivo che rientra a pieno titolo nell'ambito dell'Industria 4.0».
Lo ha detto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, al termine della visita compiuta con il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, allo stabilimento Wartsila di Trieste.
Accolti dal presidente e amministratore delegato di Wartsila Italia, Guido Barbazza, nonché dal management dell'azienda, Calenda e Bolzonello hanno compiuto una visita ai vari reparti per vedere le soluzioni più innovative in termini di tecnologie avanzate, sostenibilità ed efficienza energetica e ambientale utilizzati nella produzione.

Particolare attenzione è stata dedicata alle nuove applicazioni digitali nell'ottica dell'Industria 4.0, alla Green Factory nonché all'attività del Contract Centre dove, nella sala di controllo da remoto inaugurata nel 2016, è possibile connettersi con le installazioni marine e terrestri dei clienti Wartsila nell'area Sud Europa e Africa, utilizzando tecnologie a realtà aumentata.
«Il ministro - ha affermato Bolzonello al termine dell'incontro - ha potuto vedere di persona l'alto livello di digitalizzazione di questa fabbrica, in modo particolare la possibilità di intervenire in remoto dal quartiere generale sul motore di ogni singola nave. Questo è un esempio specifico di ciò che avviene in una fabbrica 4.0, capace di mettere assieme big data, robotica e digitalizzazione, rendendo così la produzione fortemente competitiva sui mercati mondiali».

Guardando poi alle prospettive future, il vicepresidente ha ricordato il protocollo in essere tra il ministero per lo Sviluppo economico, la Regione e Wartsila con il quale verranno sviluppati nuovi progetti.
«La compartecipazione - ha concluso Bolzonello - darà nuove prospettive in campo produttivo e occupazionale in vista dell'attività che si sta mettendo in campo nella produzione di motori ibridi da destinare sempre alle grandi navi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento