Bilancio Muggia, Marzi: «Sano, frutto di un'attenta gestione delle risorse»

«Un bilancio sano non solo certifica l’ottimo stato di salute finanziaria dell’Ente, ma è la base per accompagnare lo sviluppo della città, consentendo di dare corso a progetti strategici importanti per permetterne la crescita garantendone e migliorandone la qualità della vita»

Il bilancio del Comune di Muggia è sano, senza quei problemi finanziari che attanagliano la quasi totalità degli altri comuni. È questo uno dei dati emersi dalla seduta consiliare tenutasi ieri sera, giovedì 29 marzo 2018. Un bilancio sano e rispettoso dei vincoli di finanza pubblica «frutto dell’attenta gestione, sia politica che amministrativa, delle risorse pubbliche nella consapevolezza che la corretta gestione finanziaria è il presupposto fondamentale per il “bene operare” del Comune» ha detto la Sindaco Laura Marzi. Il 2018 ed il biennio a seguire, presentano più ampi margini di manovra sia per quanto riguarda la spesa corrente sia le spese di investimento del Comune muggesano. «Pur dovendo continuare a prestare la massima attenzione al rispetto dei numerosi e stringenti vincoli di finanza pubblica» ha precisato Marzi «un miglioramento della voce delle “entrate” ci ha consentito di poter fare riferimento ad una maggiore capacità di spesa e di finanziare, di conseguenza, alcuni interventi di particolare importanza». Il miglioramento dello scenario muggesano è stato determinato da diversi aspetti, primo fra i quali la situazione legata a Porto San Rocco.

Il riconoscimento da parte del fallimento della Porto San Rocco delle tasse relative agli anni 2015-2017 con una entrata una tantum per il 2018 di circa € 400.000 e l’entrata a regime – sempre per il 2018 ma anche per gli anni a seguire- delle tasse sempre dovute dalla Porto San Rocco (da quantificare in circa € 160.000 annui) sono due aspetti che chiaramente sono andati ad incidere sul piano delle entrate comunali. A ciò si aggiunge l’iscrizione a bilancio dei trasferimenti regionali per le funzioni trasferite all’UTI Giuliana (pari a circa € 530.000) che prudenzialmente nel predisporre il precedente bilancio, in attesa di ottenere le necessarie conferme da parte della Regione, era stato quantificato in poco più di € 30.000 con una conseguente maggiore disponibilità di circa € 500.000 annui. A ciò si aggiunge il “recupero” di un precedente mutuo “tramutato” in risorse correnti per circa € 180.000. A queste entrate aggiuntive si accompagna il consolidamento delle entrate comunali che vedono confermare ed in parte migliorare le entrate tributarie anche grazie ad una attenta e costante azione di recupero fiscale che è stata portata avanti con fermezza da parte dell’Ente. «Con le risorse disponibili si sono finanziati alcuni adempimenti, di fatto dovuti, ma per i quali non vi erano sino ad oggi le disponibilità necessarie e si è finalmente riusciti a finanziare alcuni settori ed alcuni interventi che avevano presentato delle criticità negli esercizi passati ma per i quali non c’erano le risorse necessarie per poter dare adeguata risposta» ha spiegato la Sindaco.

È questo il caso, per esempio, della voce cura del territorio che negli ultimi anni, proprio in ragione delle poche risorse su cui si poteva fare riferimento, ha evidenziato delle criticità., ma alla quale ora è stata data particolare attenzione con una proposta di bilancio che vede finanziati complessivamente risorse aggiuntive per circa € 492.000. Una cifra davvero importante, che, per tutto il triennio, potrà finalmente contare su 300 mila euro per la manutenzione del verde, 100 mila per la manutenzione stradale che vede aggiungersi per l’anno 2018 ulteriori 200 mila euro di risorse derivati dalla legge 10 del '77 “Bucalossi”. Sempre connesso con la cura del territorio è stato finanziato per 42 mila euro –sempre per tutto il triennio- un servizio di pronto intervento con cui fronteggiare le criticità ed emergenze meteo e idrogeologiche che ormai con una certa frequenza si presentano nel corso dell’anno sul territorio muggesano. A questi si aggiungono, poi, i 35 mila euro dedicati agli incarichi ambientali per fare fronte ad alcune delle criticità presenti sul territorio e, in tema di tutela ambientale, i 2 mila euro assegnati a copertura dei costi connessi alla centralina elettrosmog di rilevazione nei pressi del castelliere di Elleri. Ben di 102 mila euro, inoltre, la cifra destinata a finanziare gli interventi sul patrimonio comunale che vedrà, per esempio, un importante intervento sulle fognature della Casa di Riposo (ben 50 mila euro), ma anche interventi sull’adeguamento degli edifici comunali alle norme sull’antincendio (20 mila euro).

Anche per quanto attiene alla promozione della città ed alla cultura l’Amministrazione comunale prevede di finanziare diverse iniziative per un importo di circa 67 mila euro con, tra le altre cose, anche l’atteso l’avvio del progetto attinente all’Hub turistico finalizzato a migliorare la promozione turistica di Muggia e del suo territorio (17.500 euro). Non si dimentichi, poi, che per quanto attiene alle scelte attinenti alle opere pubbliche va sottolineato il reperimento, attraverso diverse forme di finanziamento e mediante diverse operazioni finanziarie, di circa 6.500.000 euro da destinare al completamento del recupero del terrapieno di Aquario, “un intervento che è indiscutibilmente di strategica importanza per il benessere della cittadinanza e per lo sviluppo economico di Muggia” ha ricordato Laura Marzi.

«Un bilancio sano non solo certifica l’ottimo stato di salute finanziaria dell’Ente, ma è la base per accompagnare lo sviluppo della città, consentendo di dare corso a progetti strategici importanti per permetterne la crescita garantendone e migliorandone la qualità della vita» ha concluso la Sindaco.

Potrebbe interessarti

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • Gli effetti benefici dell'anguria, il frutto più atteso dell’estate

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Avvistato squalo volpe nelle acque del golfo di Trieste

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Carico da oltre 9 tonnellate rovina addosso ad una macchina, illesi gli automobilisti

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento