Bloccata la caccia agli orsi in Slovenia

Dopo la morte dell'orso Elisio le associazioni ambientaliste d'oltre confine hanno presentato un ricorso. La sospensione dell'attività venatoria potrebbe anche essere definitiva

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La caccia all'orso è stata sospesa in Slovenia dopo il ricorso di un'associazione animalista, e il blocco potrebbe essere definitivo. Lo rivela Telefriuli in un servizio, specificando che in territorio sloveno l'orso supera i 900 esemplari, molti dei quali femmine. La decisione, seguita da contro ricorsi, è storica e sta già sollevando tensioni tra agricoltori e allevatori sloveni, poiché gli animali causano danni a colture ed allevamenti. Recentemente è stato abbattuto dal fucile di un cacciatore in Slovenia uno degli esemplari monitorati in Friuli con il collare: l'orso Elisio. Questo il fatto che ha scatenato la reazione delle associazioni d'oltre confine.

Elisio ucciso da un cacciatore sloveno: il caso arriva in Parlamento 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

Torna su
TriestePrima è in caricamento