Bora a 130 Km/h: Acegas a lavoro per bloccare i cassonetti e distribuzione sale

Vigili del fuoco occupati in un super lavoro per la messa in sicurezza di alberi e tetti

«La Bora ha già toccato, sotto raffica, i 133 km orari. Squadre AcegasApsAmga sono già sul territorio per chiudere e legare i cassonetti maggiormente esposti e già in serata, altre squadre, gireranno per raccogliere eventuali sacchetti abbandonati fuori dai bidoni. Dalle 17 partiranno le operazioni di salatura preventiva delle strade del Carso e della parte altra della città».

Il messaggio Facebook del vicesindaco Pierpaolo Roberti va a spiegare come il Comune di Trieste stia affrontando l'emergenza Bora che da questa mattina sta sferzando la città e probabilmente andrà peggiorando con il passare delle ore per raggiungere la massima intensità nella giornata di domani. 

I Vigili del fuoco sono occupati in un super lavoro per la messa in sicurezza di alberi e tetti, "vittime" predilette del violento vento di Est-Nordest. 

Attivato il piano Bora a Trieste

A causa delle forti raffiche di bora che da questa mattina stanno spazzando la città, gli operatori di AcegasApsAmga stanno provvedendo a mettere in sicurezza i cassonetti per la raccolta dei rifiuti: cinque squadre sono al lavoro da questa mattina per sigillare i contenitori posizionati nelle zone più critiche e maggiormente soggette alla Bora. Dove possibile, inoltre, gli addetti della multiutility stanno provvedendo a mettere in sicurezza i cassonetti ancorandoli o ruotandoli in senso contrario alla direzione del vento per evitare che possano causare disagi e rischi per la sicurezza di passanti e mezzi.

Se saranno confermate le previsioni meteo, secondo cui da domenica 25 la bora calerà d’intensità, i servizi ambientali di AcegasApsAmga saranno in grado di ripristinare il regolare servizio.

Ridotti i giri di raccolta: l’invito a non conferire

Il forte vento può arrivare a impedire il sollevamento meccanico dei cassonetti nelle zone più esposte, inoltre i contenitori vuoti rischiano maggiormente di essere spostati dalle forti raffiche di Bora. Di conseguenza nelle zone più a rischio sono stati ridotti i regolari servizi di raccolta, pur monitorando la situazione: è comunque opportuno durante le giornate di Bora, evitare, per quanto possibile, ogni conferimento rifiuti. In caso di stringente necessità di conferimento si raccomanda poi di non abbandonare i rifiuti al di fuori di cassonetti sigillati, ma di utilizzare i più prossimi contenitori disponibili.

Interventi di presalatura in altipiano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causa dell’abbassamento delle temperature previste nelle prossime ore, nel corso del pomeriggio partiranno tre squadre di addetti AcegasApsAmga per interventi di presalatura nelle zone critiche della città e nell’altipiano carsico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento