Pezzo di legno sfiora una passante e precipita sul cofano di una macchina

La richiesta di intervento alla Polizia Locale è arrivata dal proprietario di un'Alfa che stava salendo a bordo quando dai piani alti del civico 45 di via Giulia si è staccato un supporto di un vaso da fiori, sfiorando la testa di una signora. Danni lievi al cofano della macchina

Intorno alle 11 di questa mattina un supporto di legno utilizzato presumibilmente per un vaso da fiori è precipitato dai piani alti dello stabile di via Giulia 45, all’altezza della piazza dei Volontari Giuliani. L’oggetto è caduto sul cofano di un’Alfa grigia regolarmente posteggiata davanti al portone d’entrata e è mancato veramente poco che colpisse un’ignara signora che stava transitando sul marciapiede.

via Giulia-3

A richiedere l’intervento della Polizia Locale è stato il proprietario dell’automobile che stava salendo a bordo e ha assistito a tutta la scena. Probabilmente, il supporto è stato scardinato dalle forti raffiche di bora che stanno continuando ad imperversare da questa mattina su tutto il territorio della provincia di Trieste, richiedendo numerosi interventi.

Il danno sul cofano è di lieve entità, tanta invece la paura provata dalla signora.  

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Morta la bimba di 4 anni rimasta in auto sotto il sole rovente a Rovigno

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

Torna su
TriestePrima è in caricamento