Budapest Gypsy Symphony Orchestra, sold-out l'unica data regionale al Politeama Rossetti

00.23 - Grande successo per la l'orchestra gipsy più famosa e numerosa al mondo, l'unica a suonare senza spartiti. Ovazione finale del pubblico

Tutto esaurito al Politeama Rossetti ieri sera per il ritorno in Italia della Budapest Gypsy Symphony Orchestra, l'orchestra gipsy più numerosa ed importante al mondo. Pubblico delle grandi occasioni e standing ovation finale per un gruppo che ha saputo regalare oltre due ore e mezza di musica di altissimo livello.

Numeri impressionanti contraddistinguono questa orchestra, basti pensare che la Gypsy è formata da 60 violini, 9 viole, 6 violoncelli, 10 contrabbassi, 9 clarinetti e 6 zimbalom.

Gli onori di casa sono stati fatti ad inizio concerto da Cecilia, che si definisce un po' la «governante del gruppo». Viene sottolineato come l'orchestra sia «l'unica a suonare senza l'utilizzo di spartiti lungo tutto il concerto» e che l'orchestra ha l'onore di annoverare tra i suoi componenti «il più importante suonatore di zimbalom dl mondo, Oszkar Okros». Infine parole di apprezzamento per il nostro Paese «per noi è sempre un piacere tornare in Italia» .

Il concerto ha avuto inizio con la forza e la potenza della famosa Overture di  Guglielmo Tell. Gran parte del primo tempo è stato dedicato alla tradizione della musica gitana. L’impatto visivo ha permesso al pubblico di immedesimarsi nell’atmosfera propria della vita zingara. Tutti i componenti durante la prima parte, erano vestiti con indumenti propri della tradizione.

Il secondo tempo, in cui la i capolavori della musica classica tradizionale l’hanno fatta da da padrone (d Strauss a Tchaikovsky, da Bhahms a Listz) i musicisti indossavano frack ed abito lungo.

Tripudio alla fine dell’ultima esibizione (l’immortale “Sul Bel Danubio Blu”) che ha spinto i musicisti ad un bis, aperto con la “Marcia di Radetzky, video di seguito all’articolo). Applausi sempre più calorosi dal Politeama Rossetti a cui i musicisti hanno risposto con un inconsueto “tris”, tra la gioia e la soddisfazione dei presenti e dell’orchestra.

Potrebbe interessarti:http://www.triesteprima.it/eventi/concerti/budapest-gypsy-symphony-orchestra-a-trieste-l-orchestra-gypsy-piu-importante-del-mondo.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/triesteprima

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In arrivo la neve, tutti i punti dove ritirare il sale

  • Cronaca

    L'Hangar Teatri rinasce, presentato il programma

  • Cronaca

    Crisi Principe, la Giunta fa propria la mozione urgente del PD

  • Cronaca

    Bufere di neve e vento a 150 km/h, la spedizione triestina in Patagonia non molla

I più letti della settimana

  • Le cinque pizzerie più amate dai triestini

  • La prima neve sul Carso (FOTO)

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Lo chef Cannavacciuolo a Muggia per "Cucine da incubo"

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento