Carabiniere perde l'arma e la ritrova dopo giorni, inchiesta della Procura

La vicenda vede coinvolto un militare dell'Arma in forza presso il Nucleo dei Carabinieri che operano nella sede della Banca d'Italia a Trieste. La storia, secondo la magistratura, presenterebbe delle incogruenze. Aperte due indagini

foto Rete Comuni Italiani

Un carabiniere del Nucleo in servizio alla Banca d'Italia a Trieste avrebbe perso la sua pistola d'ordinanza, ritrovandola poi dopo alcuni giorni. La strana vicenda è riportato dall'ANSA e avrebbe "acceso" la spia della magistratura secondo la quale la storia "avrebbe passaggi da chiarire in quanto presenterebbe alcune incogruenze". 

I fatti

La scomparsa dell'arma è stata denunciata dallo stesso militare che, a distanza di alcuni giorni, l'avrebbe ritrovata all'interno di un faldone in uno degli armadi sul luogo di lavoro. "Proprio per accertare ogni dettaglio della vicenda è stata aperta una doppia inchiesta, da parte della Procura militare, per i reati ipotizzati di competenza militare e collegati all'arma in dotazione, e dalla Procura della Repubblica, per quanto concerne invece l'ipotizzato furto" si legge nel lancio.

A compiere le indagini sono gli stessi Carabinieri. 

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento