Rientrano in Italia nonostante l'espulsione: arrestati dai Carabinieri a Fernetti

I Carabinieri hanno intercettato i due uomini nel corso di un mirato servizio di “retrovalico”

Il Nucleo Operativo e Radiomobile dalla Compagnia Carabinieri di Aurisina, nel quadro dei servizi preventivi di controllo del territorio disposti sull’altipiano carsico, ha arrestato in flagranza di reato B.S., 30enne e G.F., 27enne, entrambi di nazionalità albanese e con precedenti di polizia.
I Carabinieri, nel corso di un mirato servizio di “retrovalico” svolto nei pressi di Fernetti, hanno intercettato i due uomini mentre rientravano sul suolo italiano nonostante fossero già stati espulsi dal territorio nazionale.

Il decreto di espulsione nei confronti di B.S., emesso della Prefettura di Alessandria, era stato notificato all’interessato nel mese di agosto 2017, mentre il provvedimento a carico di G.F., della Prefettura di Milano, era stato notificato nel giugno del 2015.
I due cittadini albanesi, al termine delle formalità di rito, sono stati associati al Coroneo, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento