Nasce una casa per le donne in difficoltà: quattro sportelli per rinascere

Il progetto "Una casa di donne" è stato presentato questa mattina in Comune. Da ottobre attivi quattro sportelli: sociale, legale, di integrazione e uno dedicato al lavoro

Foto Pixabay

“Una casa di donne” è il titolo del progetto realizzato dalla Casa Internazionale delle Donne in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Trieste, che è stato presentato stamane in Municipio dall’assessore comunale alle P.O. Francesca De Santis con la presidente della Casa Internazionale delle Donne Patrizia Saina, Adriana Causi, commissaria e tesoriere, l’avvocato Chiara Valle per lo sportello legale e Gabriella Gerin membro del direttivo, di cui fa parte anche Manuela Bortoluzzi, psicologa per lo sportello lavoro.

L’assessore De Santis ha rivolto un plauso all’associazione Casa Internazionale delle Donne “per l’importante lavoro che porta avanti da oltre un decennio a favore delle donne in un clima familiare per abbattere le barriere del dolore cui molte sono soggette. E in questa occasione nello specifico riguardo l’avvio per la prima volta del nuovo progetto che prevede l’attivazione di sportelli informativi, di consulenza e supporto per la valorizzazione delle competenze delle donne e che sarà sostenuto dall’assessorato alle Pari Opportunità anche nei prossimi anni dopo l’analisi dei dati raccolti in questa prima fase sperimentale”.

foto23settembre-2

“Il progetto ‘Una casa di donne’ nasce dalle esigenze della fase attuale di difficoltà generale legata alle condizioni delle donne perciò più vulnerabili e soggette all’espulsione dal tessuto in cui operano oltre a dover far fronte alle necessità di cura in ambito familiare o accettare lavori degradanti spesso non corrispondenti alla loro formazione personale – ha sottolineato la presidente Saina -. C’è l’esigenza di acquisire strumenti per condurre una vita dignitosa e gratificante, sia si tratti di donne migranti sia di cittadine italiane che hanno studiato all’estero e che devono veder riconosciuti i loro titoli formativi. Da anni ricevono supporto dalla Casa Internazionale le donne quale centro di riferimento anche giovanissime vittime di violenza o della ‘tratta’, in collaborazione con il Goap e che poi sono indirizzate alle struttura di accoglienza”. “In questo quadro – ha spiegato – sono stati organizzati degli ‘sportelli’ informativi mirati e molteplici che saranno attivi dal mese di ottobre.

Sportello 'sociale'

Lo sportello ‘sociale’ che offre attività di ascolto, accoglienza e orientamento, oltre a informazioni inerenti i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari forniti da soggetti di natura pubblica e/o dalle associazioni di volontariato, dalle cooperative sociali e da altri soggetti privati. E sui servizi presenti sul territorio (collocazione territoriale, funzioni, referenti istituzionali, criteri di ammissione, documentazione richiesta, costi,...), modalità e procedure per la presentazione delle domande. Referente: Adriana CAUSI Orari: ogni secondo e quarto lunedì del mese dalle ore 17.00 alle ore 19.00 o, in caso di urgenza, su appuntamento.

Sportello 'legale'

Sportello ‘legale’: fornisce alle donne coinvolte in situazioni di separazione, divorzio o in altri tipi di conflitti (gestione delle relazioni familiari concernenti questioni ereditarie, patrimoniali, diritti dei minori...) un servizio di consulenza legale per renderle consapevoli degli strumenti che il nostro ordinamento giuridico mette a disposizione per la tutela dei diritti, e rinviandole, nel caso, ad associazioni di categoria, uffici ed enti competenti o prestando assistenza per l’accesso al patrocinio a spese dello Stato, ove si renda necessario agire giudizialmente o resistere in un giudizio già intrapreso, facendo riferimento agli avvocati del Foro competente iscritti nelle liste del gratuito patrocinio. Referente: Chiara VALLE. Orari: ogni terzo mercoledì del mese dalle ore 17.00 alle ore 19.00 o, in caso di urgenza, su appuntamento.

Sportelli legati alle attività scolastiche

Sportello di ‘assistenza e informazione su normative, regolamenti e iter brucratici degli istituti scolastici’: si rivolge prevalentemente, ma non esclusivamente, a nuove cittadine che possono trovare maggiori difficoltà a integrarsi e, conseguentemente, a integrare i propri figli nelle attività scolastiche ed extrascolastiche, lo sportello mette a disposizione informazioni per le donne che desiderano apprendere la lingua italiana, familiarizzare con il contesto sociale e culturale in cui vivono, comprendere le normative e, quindi, osservare le regole che governano il tessuto istituzionale, organizzativo e sociale del territorio. E fornisce inoltre informazioni alle donne che non sanno come ottenere il riconoscimento e/o l’equipollenza di un titolo di studio conseguito all’estero e che pertanto hanno difficoltà a far valere nel mercato del lavoro le proprie qualifiche professionali. Referente: Patrizia SAINA Orari: ogni secondo e quarto martedì del mese dalle ore 17.00 alle ore 19.00 o, in caso di urgenza, su appuntamento.

Sportello occupazione e intrapresa economica

Sportello di ‘sostegno all’occupazione e alla intrapresa economica: indirizzato alle donne che sono in cerca di un’occupazione, o che intendono migliorare il proprio stato occupazionale e/o impegnarsi in un lavoro autonomo. Lo sportello intende essere un punto di riferimento per aiutare le donne a predisporre il proprio Curriculum Vitae, accompagnarle nella valutazione/bilancio delle proprie competenze e attitudini, prepararle a sostenere un colloquio di selezione, orientarle a un utilizzo corretto dei servizi istituzionali disponibili e/o di percorsi formativi specifici. E per chi vuole intraprendere un lavoro in autonomia lo sportello si configura come un punto informativo per agevolare contatti e iter burocratici con le realtà istituzionali e territoriali. Referente: Manuela BORTOLUZZI Orari: ogni primo e terzo giovedì del mese dalle 10.00 alle 12.00 su appuntamento o, in caso di urgenza, in orario da concordare.

Al termine della fase annuale sperimentale saranno raccolti i dati conoscitivi che serviranno a fornire un quadro generale per focalizzare e mettere in campo le azioni necessarie e migliorative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

  • I metodi fai da te per pulire i tappeti in modo efficiente

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

Torna su
TriestePrima è in caricamento