Centri di raccolta rifiuti: oltre 66mila accessi nei primi sei mesi del 2019

Incremento degli ingressi del 14% grazie a una sensibilità ambientale in costante aumento e al successo della campagna che ha regalato borse shopping in materiale riciclato

Boom di accessi nel primo semestre 2019 ai centri di raccolta rifiuti. I triestini si sono recati nei centri ambientali AcegasApsAmga oltre 66mila volte nel corso dei primi 6 mesi dell’anno, con un balzo del 14% in più rispetto ai 58mila accessi dello stesso periodo del 2018.
A trascinare il dato, che evidenzia una crescente sensibilità della città verso il corretto smaltimento dei rifiuti, anche il successo della campagna “Operazione recupero”, che nel corso del primo semestre ha regalato, per ogni 3 accessi, una borsa shopping realizzata dalla sartoria sociale Lister interamente in materiale riciclato (ad esempio, striscioni in Pvc).

A febbraio e marzo oltre un terzo di accessi in più

Sono stati febbraio (+36%) e marzo (+27%) i mesi che hanno fatto registrare il maggior incremento di ingressi. Quasi piatto invece maggio (+1%), a causa del maltempo che ha pesantemente inciso sulla possibilità di smaltimento e conferimento di masserizie e oggetti domestici.

Via Carbonara il centro più frequentato

Per quanto riguarda i flussi ai diversi centri di raccolta, quello di via Carbonara si conferma di gran lunga il più frequentato, con ben 31mila accessi nel semestre. Seguono a distanza via Giulio Cesare, con 13mil accessi, e Roiano e Opicina con circa 11mila ingressi.

Consigli pratici su come utilizzare i centri di raccolta

I centri di raccolta nascono allo scopo di integrare le raccolte stradali, permettendo di conferire quelle tipologie di rifiuti che, per le loro caratteristiche, richiedono una diversa gestione e raccolta. Si tratta infatti per lo più di materiali che contengono sostanze estremamente inquinanti e dannose per l’ambiente, se non preziose e quindi riciclabili: è quindi importante non disperderli o evitare di conferirli nei contenitori per l’indifferenziato.

Cosa conferire ai centri di raccolta

Conoscere il corretto conferimento dei rifiuti urbani è sempre possibile grazie all’app Il Rifiutologo, disponibile per il download gratuito su tutti i supporti mobili Android e Apple, con indicazione anche dei rifiuti da consegnare nei centri di raccolta. Per una consultazione immediata però, ecco di seguito un elenco alcuni dei rifiuti (da sistemare) tipicamente conferibili ai centri di raccolta presenti sul territorio: RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici), lampade e lampadine, legno, rifiuti ingombranti, metalli, oli alimentari e minerali, rifiuti derivanti da stampanti (toner, cartucce, nastri, ecc), contenitori vuoti (aggiungere) con etichette riportati il simbolo di materiali pericolosi (vernici, solventi, deodoranti spray, ecc), materiali inerti e sanitari, ecc.
Indirizzi e orari dei centri di raccolta Sul territorio comunale sono presenti 4 centri di raccolta distribuiti capillarmente in città.

San Giacomo: Via Carbonara 3 – aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00, domenica dalle 9.00 alle 13.00
Roiano: Via Valmartinaga 10 – aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00
Opicina: Strada per Vienna 84/a – aperto dal lunedì al sabato 9.00 alle 19.00
Campo Marzio: Via Giulio Cesare 10 – aperto dal lunedì al sabato dalle ore 6.00 alle 16.00

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

  • Maxi frode in tutta Europa con sequestri per 80 milioni di euro e 25 arresti, in carcere doganiere triestino

Torna su
TriestePrima è in caricamento