Cinghiale investito in superstrada, Cecco: «Automobilisti prestino massima attenzione» (FOTO)

Il coordinatore regionale di FareAmbiente Giorgio Cecco e il consigliere circoscrizionale Raffaele Tozzi, sono intervenuti per la presenza di una carcassa di cinghiale in superstrada

Foto leggermente modificata

Trovarsi un cinghiale in strada d'improvviso dinanzi l'auto, anche a una velocità moderata, può diventare un serissimo problema per l'incolumità delle persone, per i danni materiali e per l'inevitabile morte di questi animali che, crescendo in numero esponenziale, sono sempre più spesso causa di problemi per la cittadinanza.

Giorgio Cecco, Coordinatore Regionale di FareAmbiente per il Friuli Venezia Giulia e il consigliere di VI Circoscrizione Raffaele Tozzi di Forza Italia, sono intervenuti ieri pomeriggio su segnalazione di alcuni cittadini, addirittura in superstrada tra Cattinara e Basovizza, dove hanno rinvenuto una carcassa di cinghiale ai margini della carreggiata.

«Chiamati gli organi competenti per la rimozione. Si invitano gli automobilisti a fare attenzione e auspichiamo si attivino in maniera più incisiva tutte le azioni atte a tutelare la sicurezza dei cittadini e per migliorare la gestione della fauna selvatica».

Le foto sono leggermente modificate per il carattere cruento e per non causare shock nei lettori più sensibili:

cinghiale 20-9-16 2-2  cinghiale 20-9-16 3-2  cinghiale 20-9-16 4-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • "Liberata dall'occupazione jugoslava nel '54", Jerry Scotti fa confusione sulla storia di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento