"Allarme" nelle scuole di via Commerciale: «Famiglia di cinghiali nel parco»

Un cartello all'ingresso della scuola elementare del comprensorio avverte: «Massima attenzione, non sostare nel parco». L'assessore all'Istruzione Brandi: «Interverremo con il Verde pubblico, ma il problema non è nuovo ed è più complesso»

«Attenzione. È stata avvistata nel parco una famiglia di cinghiali. Si prega di prestare la massima attenzione. Non sostare nel parco». Un cartello allarmante quello esposto all'ingresso dell'elementare Longo nel comprensorio di via Commerciale (quello di fronte campo Cologna), proprio oggi, 8 settembre, che è il primo giorno di scuola. 

Martedì scorso la figlia della custode ha infatti avvistato due cinghiali adulti e quattro cuccioli agirarsi nella zona retrostante l'asilo nido, dove la vegetazione del parco è più fitta (a differenza della zona tra l'elementare e il nido che è stata ripulita l'anno scorso) ed è presente una fontana dove gli animali vanno ad abbeverarsi. Subito è scattata la telefonata della preside del comprensorio scolastico alla Guardia forestale e i guardiacaccia

Ieri, armato di fucile, un guardiacaccia si è presentato per un'ispezione ed effettivamente ha trovato tracce di cinghiali, cuccioli e adulti, sia nella parte alta del parco, che in quella bassa; inoltre, in una relazione che consegnerà agli enti preposti, ha evidenziato alcuni punti d'accesso degli animali che, come noto, in zona sono molto presenti (vedi quelli ripresi domenica scendere via Commerciale), anche a causa della cattiva abitudine di qualche residente che lascia appositamente del cibo per loro.

Il timore degli insegnanti ovviamente è alto, come immaginiamo l'apprensione dei genitori, per questo l'assessore all'Istruzione Angela Bradi, che comunque è responsabile solo in parte della questione perchè nel comprensorio ci sono scuole statali, comunali, private e, nella zona verde, anche residenze private, promette «l'impegno da parte mia a intervenire con il Verde pubblico (quindi la collega Luisa Polli, ndr) per ripristinare la recinzione e provvedere a qualche soluzione provvisoria dove i muretti sono troppo bassi e i cinghiali riescono a scavalcarli; il problema, che comunque non è la prima volta che si presenta, è molto ampio, perchè più in basso, dove ci sono le residente private, non c'è recinzione. Approfondiremo dunque la vicenda che, vista la competenza sulla fauna selvatica, coinvolge anche la Regione con i guardiacaccia».

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento