Il Comitato Genitori della scuola Bergamas contro il degrado delle aiuole

Oggi alle 15 il Comitato della scuola di via dell'Istria si riunisce per effettuare la pulizia delle aiuole. Un messaggio soprattutto contro le sigarette che vengono gettate a terra e la maleducazione diffusa. Molti cittadini pronti a contribuire

I genitori degli studenti della scuola Bergamas fanno parte di un comitato molto speciale. Oltre alla condivisione delle tematiche quotidiane legate al mondo della scuola e alle criticità che emergono quotidianamente nella gestione del rapporto studenti-genitori-insegnanti, si sono messi in testa di dare una mano a migliorare la struttura nella quale i loro figli si formano. Con la collaborazione di Nuova Edilcolor e con la partecipazione del Comune sotto forma di un benestare ufficiale, Il Comitato Genitori Bergamas alle 15 pulirà le aiuole dell'istituto di via dell'Istria. 

L'iniziativa 

"Il progetto - si legge nella nota - di cura dello spazio antistante la scuola Bergamas nasce dall'esigenza di trasmettere ai ragazzi l'importanza di trattare bene i propri spazi per trarne il vantaggio di vivere in un ambiente più bello e più sano". Si sa, le aiuole vengono troppo spesso prese di mira dalla maleducazione dei più o meno cresciuti - in molti casi non fa differenza - con situazioni che in alcuni casi finiscono per essere indicate con la parola degrado. Al netto dell'abuso del termine, il progetto "nasce anche dalla volontà di alcune famiglie di lanciare un appello contro il tabagismo giovanile che purtroppo è ancora molto diffuso". 

Le parole degli organizzatori

"Abbiamo ricevuto il permesso di organizzare questa giornata aderendo al progetto SpaziAMO. Purtroppo - spiega Martina Boniciolli - non siamo rientrati tra i comitati intitolati al contributo economico ma abbiamo deciso di portare avanti il nostro proposito perché ci crediamo fortemente. Il Comune nel frattempo ha gentilmente contribuito alla riuscita del tutto con un intervento di potatura delle aiuole, il che rafforza la collaborazione tra noi e l'istituzione e rende più efficace il nostro messaggio".

Imparare a non sporcare

"Adesso la scuola è più bella e possiamo mantenerla tale imparando e insegnando ai cittadini a non sporcare. Il messaggio evidentemente deve essere arrivato perché un buon numero di iscritti si è detto felice di partecipare e disposto a contribuire anche con una piantina. Verificheremo a breve la possibilità di posare queste piante ricevute in dono con il permesso del Comune. Di certo domani - aggiunge Martina Boniciolli - daremo un contributo pulendo le aiuole e fermando i nostri pensieri su dei cartelloni che resteranno a scuola come ricordo di questa esperienza fatta insieme, ragazzi, genitori e cittadini".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Consiglio comunale, saltano le discussioni su presidente, TARI e Piano Finanziario

  • Cronaca

    Schianto moto - furgone in via Brigata Casale: un ferito (FOTO)

  • Sport

    Alma stravince, interrotta striscia vincente di Cantù

  • Cronaca

    Facebook censura la Cernigoi e l'Unione degli Istriani "gongola"

I più letti della settimana

  • Hollywood arriva a Trieste per tre giorni di riprese

  • Rubava dalla cassa: arrestata dipendente del "Pane quotidiano"

  • Schianto in corso Italia, conducente incastrato

  • Scalatore precipita per otto metri in Val Rosandra: è grave

  • Maltrattamenti e violenze sui cani, le testimonianze dei residenti

  • Maxino raduna i triestini intorno al mondo con "Trieste mia"

Torna su
TriestePrima è in caricamento