← Tutte le segnalazioni

Sanità, Commissioni d’albo: "Partiamo con il piede sbagliato"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la segnalazione di un lettore

"Sabato 14 e domenica 15 si svolgeranno presso il Teatro Gustavo Modena a Palmanova le elezioni del Direttivo, dei revisori dei conti e delle commissioni d’Albo degli Ordini dei TSRM e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione delle province Gorizia Pordenone Trieste Udine. Abbiamo deciso di provarci Elena Fabio Manuela Stefano e Loredana, ci conoscevamo tutti tramite le nostre esperienze lavorative e di aggiornamento, avevamo idee comuni su come dovrebbe essere il futuro della nostra professione: il Tecnico sanitario di Laboratorio Biomedico.

Abbiamo messo giù le nostre idee, tantissime idee e visioni, ma alla fine consci del “meglio focalizzarsi su 4 cose ma fatte bene” abbiamo stilato il nostro programma proprio sui seguenti punti: 1. Promuovere una formazione adatta alle esigenze lavorative, accreditata e accessibile per costi e modalità; 2. Implementare sia l’autonomia che la cooperazione tra le diverse professioni, facendo ordine e chiarezza nell’attribuzione di ruoli e competenze; 3. Monitorare che lo sviluppo delle nuove figure di tecnico specialista ed esperto sia un’opportunità per tutti e avvenga in modo trasparente e meritocratico; 4. Combattere l’abusivismo professionale, valutando e tutelando anche chi rientrerà negli elenchi speciali. Abbiamo trovato il nome della lista “TSLB 2.0: con l’albo ricominciamo”, chiesto a dei nostri colleghi di supportarci e di firmare il modulo per la candidatura, come da regolamento, e abbiamo spedito la PEC all’ordine.

Sapevamo che si sarebbero presentati anche altri colleghi, ma non ci saremmo mai aspettati di vivere i 20 giorni tra la presentazione della domanda e le elezioni con un misto di ansia e sconcertazione simile. All’inizio della campagna elettorale produciamo un primo volantino che pubblichiamo sui social, stampiamo e appendiamo nelle bacheche. Una sera ci arriva nella casella di posta elettronica una mail da parte dell’Ordine TSRM-PSTRP che contiene il programma dei nostri colleghi “avversari”. Tra di noi sono iniziati una serie di messaggi e telefonate… ma come è possibile?! Nel regolamento c’è scritto che la lista candidata può chiedere che venga pubblicato sul sito in un apposito format. Ma l’invio di mail?! Beh, se lo ha fatto probabilmente si può, faremo richiesta pure noi. Prima di fare cavolate però meglio che sentiamo qualche referente.

Così telefoniamo alla presidente dell’Ordine TSRM-PSTRP dott.sa Barbare Pelos, che alla nostra richiesta rimane esterrefatta per l’accaduto, in quanto non ne sa nulla e riconosce che quell’invio è palesemente contro il Regolamento. Concordiamo di fare richiesta, inviando una PEC, di pubblicazione del programma sul sito, come da regolamento; concordiamo inoltre di denunciare alla federazione l’accaduto affinché prenda provvedimenti. Questi fatti avvengono tra mercoledì 27 e sabato 30, giorno in cui mandiamo la PEC di denuncia alla federazione. Nei giorni successivi ci arriva un’altra mail da parte dei colleghi “avversari” in cui indicevano riunioni nei tre poli ospedalieri principali (Udine, Trieste e Pordenone) per presentare i candidati. E voi direte, cosa c’è di male? Alcune delle riunioni sono state indette durante l’orario di servizio (prerogativa solo delle organizzazioni sindacali) senza richiedere il permesso alle direzioni Generali. Anche qui, ci siamo armati di pazienza, abbiamo letto i regolamenti Aziendali e abbiamo segnalato l’illecito tramite PEC ai direttori Generali. In tutto questo marasma, a distanza di una settimana attendiamo ancora fiduciosi una risposta dalla Federazione riguardante la violazione del regolamento. Manca una sola settimana alle elezioni, non vorremmo che i tempi burocratici avvallassero gli illeciti. I candidati della lista TSLB 2.0: con l’albo ricominciamo Elena Zanchetta, Fabio Di Benedetto, Manuela Marchelle, Stefano Bergamin e Loredana Romanato

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento