Controlli a tappeto sul commercio ambulante durante concerti, 700 articoli sequestrati

La Polizia Locale di Trieste, in un'operazione di contrasto al commercio illegale e alla contraffazione ha effettuato, con servizio in abiti borghesi, un'ampio numero di sequestri e confische di abiti e gadgets contraffatti

I controlli della Polizia Locale sul commercio ambulante costanti e capillari quotidianamente sono stati intensificati in occasione dei recenti concerti svoltisi in piazza dell'Unità la Polizia Locale ha programmato, infatti, fin dal primo pomeriggio, servizi mirati al contrasto dell'abusivismo commerciale su area pubblica e alla contraffazione; le pattuglie, hanno effettuato il servizio in abiti borghesi, al fine di garantire la più ampia tutela del cittadino/consumatore anche in queste situazioni, controllando sia l'area del concerto che le zone limitrofe (Rive, Cittavecchia e la zona della Stazione).

In occasione del concerto del gruppo metal inglese Iron Maiden sono stati effettuati sei sequestri amministrativi finalizzati alla confisca e derivanti da altrettante violazioni dell'articolo 42 della Legge Regionale 29/20051 Di questi articoli circa un centinaio riguardavano merchandising specifico del gruppo musicale (magliette, posters, bandane), il resto riguardava merci varie (bigiotteria, ombrelli, portafogli e palloncini).

I palloncini, verosimilmente destinati ai figli degli spettatori, in quanto raffiguranti personaggi dei fumetti/cartoni animati quali Mascha e Orso, i Pokemon, Nemo e non la mascotte del gruppo, riempiti già con gas inerte e la cui conservazione nel tempo sarebbe risultata problematica, grazie a una procedura d'urgenza di donazione, sono stati sottratti alla distruzione e donati ai piccoli e festanti ospiti del ricreatorio comunale Padovan di via Settefontane, a cui sono stati consegnati all'indomani.

Per quanto riguarda, invece, il concerto del cantante pop anglo-libanese Mika sono stati effettuati tre sequestri amministrativi finalizzati alla confisca, derivanti da altrettante violazioni all'articolo 42 della Legge Regionale 29/2005 per complessivi 280 articoli: di questi oltre una novantina riguardavano merchandising specifico dell'artista (perlopiù posters di varie dimensioni). Sono state inoltre accertate e sanzionati ai sensi dell'articolo 43 della della Legge Regionale 29/20052 due venditori in possesso di licenza che però operavano in area interdetta ai sensi del Regolamento. 

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Cade sulla Napoleonica: ferita dopo un volo di 20 metri

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento