Confine marittimo Slovenia-Croazia: ancora nessun accordo

A mediare tra i due paesi il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, sottolinenado quanto il problema riguardi tutta l'Unione Europea

Ancora nessuna soluzione, Slovenia e Croazia non riescono a trovare un accordo sulla definizione del confine.
Lo scontro riguarda in particolare il confine marittimo nel golfo di Pirano, come riportato dal servizio di Walter Skerk in onda sul Tgr Rai Fvg.
Zagabria non riconosce l'esito dell'arbitrato internazionale: la sentenza ha affidato due terzi della baia alla Slovenia, la quale però non ha ottenuto un accesso diretto alle acque internazionali come richiesto ma un regime di libera e indisturbata navigazione delle navi dirette a Capodistria attraverso le acque croate.

Il premier croato Andrej Plenković ha proposto di risolvere la situazione con trattative dirette tra i due paesi, il presidente sloveno Pahor ha invece voluto ricordare che la Slovenia ha accettato l'entrata della Croazia nell'Unione Europea a patto che questa accettasse i risultati dell'arbitrato.
A mediare quindi tra i due paesi il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker,  il quale ha sottolineato quanto il problema riguardi tutta l'Unione Europea.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Droga in via Settefontane: arrestato spacciatore 23enne

  • Cronaca

    A giugno ministri da mezza Europa a Trieste

  • Cronaca

    Scabbia all'Itis, la direzione: "Portata da altre strutture"

  • Cronaca

    Delibera urbanistica sul Porto Vecchio, una questione complessa

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Schianto auto-scooter davanti a piazza Unità: 19enne all’ospedale (FOTO)

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Lieve scossa di terremoto sul Carso

  • Camper incendiato nel nuovo parcheggio sopra "Il Giulia" (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento