Controlli a Valmaura, SAP: «Probabile atto per tranquillizzare cittadini, mancano uomini»

A seguito della nota diffusa dalla Questura di Trieste, tesa a rassicurare i cittadini della zona di Rio Primario e Valmaura, il SAP auspica che ci sia in programma la richiesta di invio di personale in rinforzo, proveniente da altre città, al fine di poter garantire quanto dichiarato

«I crescenti servizi di ordine pubblico, di vigilanze e la situazione in generale della sicurezza, sta già fortemente impegnando le Forze di Polizia in “campo” sul nostro territorio, posto sulla zona confinaria».

Lo rileva in una nota Lorenzo Tamaro - Segretario Provinciale SAP.

«Temiamo - continua la nota -  che ancora una volta, quanto annunciato, sia solo un atto dovuto per tranquillizzare l’opinione pubblica e non per risolvere il problema». Tamaro Sap

«Un potenziamento a lungo termine - sottolinea - proveniente da altre provincie non è possibile, in quanto solo la Polizia di Stato consta un deficit di circa 18 mila unità e le problematiche e carenze riguardanti la sicurezza sono gravi in tutte le città d’Italia. Da tempo il SAP pone il problema sulla carenza di organico e situazioni come queste fanno riemergere in modo importante le nostre difficoltà».

«Viviamo - conclude - in un periodo storico che impone l’obbligo di uno sforzo maggiore nell’investire sulla sicurezza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Malore fatale al Molo G: deceduto uomo di 77 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento