Coronavirus: controlli sanitari al confine con Slovenia e Austria

Gli approcci delle due nazioni al contenimento del virus. Controlli della temperatura, certificati medici. Dalla Slovenia ancora nessuna comunicazione sui treni, mentre con l'Austria sono stati cancellati i treni notturni, e quelli diurni potrebbero essere soppressi anche con nullo preavviso

Saranno effettuati controlli sanitari ai confini con la Slovenia e l'Austria: a comunicarlo è la Protezione Civile del FVG, che in un aggiornamento delle 10:30 riporta quanto scritto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Frontiere a noi vicine.

Slovenia

Saranno effettuate verifiche generalizzate presso l'aeroporto Internazionale Pucnik di Lubiana, sia in arrivo che in partenza, nonché ai valichi di confine terrestre con l’Italia. Tali misure, spiega il ministero, si applicano a tutti i viaggiatori, indipendentemente dalla nazionalità e provenienza. Per i casi di segnalata sintomatologia associata al Covid-19 è previsto il trasferimento presso all'Ambulatorio Brnik dove, a seguito di accertamenti medici, sono indicati percorsi differenziati per i casi di emergenza e per quelli che non presentano condizioni di gravità. In quest'ultimo caso i cittadini stranieri privi di residenza permanente in Slovenia vengono temporaneamente trasferiti in Ospedale in attesa dell’esito del tampone prelevato. In caso di test positivo viene effettuata approfondita indagine epidemiologica e tracciati i contatti intervenuti.

Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

In una comunicazione ufficiale del Governo sloveno di questa mattina si specifica inoltre che "Il controllo dell'ingresso alla frontiera sarà effettuato per le persone che non sono cittadini sloveni o che non hanno residenza permanente o temporanea nella Repubblica di Slovenia". La nota specifica poi che sarà richiesto "un certificato negativo SARS-CoV-2 (COVID-19) rilasciato dall'autorità competente. Il certificato deve essere in sloveno, inglese o italiano e rilasciato da non più di tre giorni. A una persona che non dispone del certificato appropriato verrà vietato l'ingresso nel territorio della Repubblica di Slovenia. I controlli di ingresso non saranno applicati al trasporto merci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Austria

Sempre da fonte ministerale si apprende che sarà sospeso il traffico aereo con l’Italia a partire dall’11 marzo e saranno cancellati i treni notturni che collegano l’Austria all’Italia. Rimangono al momento in servizio i collegamenti ferroviari diurni ma potrebbero subire variazioni o cancellazioni con scarso o nessun preavviso. Per informazioni, si raccomanda di consultare direttamente la compagnia aerea di riferimento o la società di trasporti (in caso di biglietto ferroviario). È inoltre prevista la possibilità di effettuare controlli alle frontiere (anche sui treni) per la misura della temperatura corporea. Per i cittadini non appartenenti all’Unione Europea provenienti dalle regioni maggiormente colpite dal virus sarà richiesta la presentazione di un certificato medico che escluda l’infezione da coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

  • Rissa notturna a Sistiana: in sei all’ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento