Criminalità, Roberti (LN): «A Trieste episodi di violenza sempre più frequenti»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Il problema della sicurezza a Trieste è reale, e chi finge di non vederlo fa il gioco dei criminali». Duro affondo del segretario provinciale della Lega Nord Pierpaolo Roberti contro l'amministrazione comunale. «Una città che multa i commercianti per una cassetta fuori posto al mercato e che invece non muove un dito per arginare i ripetuti episodi di violenza che si verificano, peraltro con frequenza sempre maggiore, necessita di un radicale cambio di rotta».

«La rapina in via Udine non si presenta infatti come un caso isolato, ma è invece l'ennesimo campanello d'allarme di un'illegalità dilagante che, nella migliore delle ipotesi, si manifesta con pestaggi e rapine e, nella peggiore, con arresti per terrorismo internazionale».

«È pertanto ora di voltare pagina - conclude Roberti - e di restituire dignità al territorio e ai residenti attraverso adeguate strategie di prevenzione e repressione, la cui implementazione sia affidata alla Polizia Locale e alle altre forze dell'ordine attive in città».

Torna su
TriestePrima è in caricamento