Croazia, coppia morta nel sonno: spazzacamino sotto accusa

I due findanzati si trovavano presso l' agriturismo Milena a Mondellebotte presso Visignano e sono deceduti a causa di avvelenamento da monossido di carbonio

Il 13 dicembre,a seguito dell'indagine, la Procura comunale di Pola davanti al Tribunale Municipale di Pula ha incriminato lo spazzacamino 24enne per aver commesso"un reato grave contro la sicurezza generale". È infatti a causa sua che il 25 ottobre 2015 sono morti Patrick Blaska (27) e Lara Nikolic (22) di Parenzo. I due findanzati si trovavano presso l' agriturismo Milena a Mondellebotte presso Visignano e sono deceduti a causa di avvelenamento da monossido di carbonio.

L'accusa: il 18 Luglio 2015 mentre il giovane svolgeva le sue funzioni di spazzacamino presso l'agriturismo, per negligenza, non è riuscito a verificare il corretto funzionamento del camino collegato alla caldaia a gas.

L'imputato non ha controllato il mal funzionamento del camino e di conseguenza, andando in contrasto con le norme del Comune di Visignano, non ha informato il fornitore di gas affinchè interrompesse il servizio fino al momento in cui tutto fosse in perfetto stato.


Il camino è rimasto in quelle condizioni fino al 25 ottobre 2015. La mattina di quel giorno, mentre Patrick e Lara dormivano in casa, la  fuoriuscita di gas di scarico li ha uccisi nel sonno. È stato accertato che il gas veniva dalle prese di corrente e dal climatizzatore  

Foto istarski.hr

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento